Commenta

Svolta a Sabbioneta e Lega
Nord contro la giunta Vincenzi:
richiesta di consiglio aperto

I temi citati, non risolti secondo svolta a Sabbioneta dall’amministrazione guidata da Aldo Vincenzi, sono svariati. E sul retro del volantino viene ripreso l'intervento a fine maggio di Regione Lombardia che ha acquisito la gestione della strada provinciale Sabbionetana (SP 420) a partire dall'anno 2018.

SABBIONETA – Il gruppo consiliare di minoranza Svolta a Sabbioneta e la Lega Nord della Piccola Atene hanno distribuito in questi giorni un volantino che suona molto come resa dei conti: il gruppo infatti chiede un consiglio comunale aperto, da convocare subito dopo l’estate, per fare il punto su alcune situazioni definite poco chiare o non risolte.

I temi citati, non risolti secondo svolta a Sabbioneta dall’amministrazione guidata da Aldo Vincenzi, sono “il bando pubblico per accedere a finanziamenti da utilizzare per le scuole del comune perso per la mancanza di una firma. Chi è il responsabile?; la Fondazione Serini: il presidente è l’assessore esterno al bilancio, Balestrieri. A chiedere e ad autorizzare l’utilizzo di risorse comunali è la stessa persona. Tutto normale?; il lodo gas: perché non seguire la strada insieme agli altri comuni coinvolti? Il comune di Sabbioneta rischia di dover pagare 1 milione e 200 mila euro!; le scuole hanno bisogno di investimenti a lungo termine. Che ne è stato della promessa della campagna elettorale dell’ampliamento del plesso scolastico?; lo sport: i comuni limitrofi hanno ricevuto ingenti investimenti nell’ambito dello sport. Perché l’amministrazione di Sabbioneta ha sempre scelto fino ad ora di non partecipare a bandi pubblici dedicati allo sport per recepire risorse da investire nelle strutture sportive del comune?; il verde pubblico: dopo il cambio dei gestori del verde pubblico diverse zone sono cadute nell’abbandono e nell’incuria, generando in taluni casi bolle di degrado vergognose. Le scritte vandaliche sulle mura o i materassi abbandonati nottetempo non sarebbero evitabili con più cura degli spazi e con un minimo servizio di videosorveglianza?”.

Il volantino è ovviamente fronte retro e dall’altro lato emerge invece un messaggio della Lega Nord, che suona come una nuova accusa e uno sfogo, per certi versi. “A fine maggio Regione Lombardia ha acquisito la gestione della strada provinciale Sabbionetana (SP 420) a partire dall’anno 2018 – si legge -. Prontamente la Lega Nord di Sabbioneta ha ringraziato pubblicamente la Regione per aver tolto la strada dalla pessima gestione della Provincia, domandandosi dell’utilità del sindaco Vincenzi come amministratore provinciale, sapendo che l’iniziativa è nata per volere dell’assessore regionale Gianni Fava (Vincenzi è dalla scorsa estate consigliere provinciale di maggioranza, in quota PD, con delega a Turismo, Cultura e Sociale). Pochi giorni dopo, la Provincia, per dimostrare di essere sul pezzo, interviene proprio nel tratto della Sabbionetana che passa per la nostra città murata (vengono allegate due fotografie “dimostrative”, ndr). Se le “critiche sterili della Lega” e “i soliti teatrini leghisti”, per dirla alla Vincenzi, portano a questi risultati, continueremo a svolgere con piacere il nostro lavoro per tutti i sabbionetani”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti