Politica
Commenta

Fondo di solidarietà, il Pd interroga Cavatorta: "Persi per inadempienza 800mila euro"

Secondo il Pd il comune avrebbe potuto introitare più di 800mila euro (circa il 60% di quanto da incassare), ma questo non è stato possibile per la mancata restituzione di alcune parti del questionario (il comune risulta infatti nell’elenco dei comuni inadempienti).

VIADANA – Il Partito Democratico di Viadana, con le firme di Nicola Federici e Adriano Saccani, entrambi consiglieri di minoranza, interroga il sindaco viadanese Giovanni Cavatorta sul fondo di solidarietà. L’interrogazione sarà discussa all’interno del prossimo Question Time. Il fondo di
solidarietà comunale 2017 definitivo corrisponde infatti a 1.386.288,02 euro. Tuttavia secondo il Pd il comune avrebbe potuto introitare più di 800mila euro (circa il 60% di quanto da incassare), ma questo non è stato possibile per la mancata restituzione di alcune parti del questionario (il comune risulta infatti nell’elenco dei comuni inadempienti).

Da qui le domande del Partito Democratico: “Da cosa deriva questa mancanza e come intente muoversi l’amministrazione? Il comune di Viadana ha chiesto al spazi finanziari al Ministero, in particolare sugli investimenti finalizzati a fronteggiare gli eccezionali eventi sismici del 2012 e del 2016 e la ricostruzione, finanziati con avanzo di amministrazione o da operazioni di indebitamento, per i quali gli enti dispongono di progetti esecutivi redatti e validati in conformità alla vigente normativa, completi del cronoprogramma della spesa? E ancora ha chiesto spazi finanziari per interventi di edilizia scolastica ai sensi dei commi 487-489 della legge di bilancio 2017. In questo caso i criteri prioritari per l’assegnazione di spazi finanziari sono i seguenti: interventi di edilizia scolastica già avviati, nterventi di nuova costruzione di edifici scolastici per i quali l’ente disponga del progetto esecutivo validato, ulteriori tipologie di interventi per i quali l’ente disponga del progetto esecutivo validato e per i quali l’ente stesso non abbia pubblicato il bando alla data di entrata in vigore della Legge”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti