Sport
Commenta

Desalu campione fermato solo dal vento: ma adesso i Mondiali a Londra non sono un miraggio

"Sì, Fausto - conferma Stassano - ha tempo ancora 20 giorni per l'ottenimento ufficiale del minimo, ma ormai è pienamente consapevole di ciò che vale: ieri (domenica, ndr) ha sostenuto l'esame di maturità superandolo brillantemente. E Desalu, ne sono certo, farà grandi cose a Londra".

Foto Fidal/Colombo

TRIESTE – Campione Italiano sì, ma non solo: perché con quel crono, 20.32, non omologato soltanto a causa del vento, Fausto Desalu mira già a Londra, ai Mondiali, ai quali il casalese classe 1994 vuole assolutamente arrivare. La Gazzetta dello Sport dedica all’impresa dello sprinter di Casalmaggiore, che si conferma campione italiano sui 200 metri e vince pure la 4×100, la foto di apertura e buona parte dell’articolo portante, a firma Andrea Buongiovanni, sugli Italiani di Trieste.

E la “benedizione” arriva da Carlo Stassano, presidente dell’Atletica Interflumina che ha sgrezzato il talento di Fausto. “Il nostro atleta potrà essere tra i protagonisti più rappresentativi alla prossima rassegna mondiale di Londra (dal 4 al 13 agosto, ndr). Sì, sono mesi che Fausto sogna Londra, sono mesi che con il suo infaticabile Tecnico Prof. Gian Giacomo Contini (coadiuvato dall’eccellente fisioterapista Cristiano Carnevali) guarda ad una progressione di forma che non anticipi troppo lo stato dell’eccellenza e che lo conduca, impeccabile, a centrare l’evento. Il “minimo” richiesto per Londra è 20″44 e se non ci fossero stati quei 2.2 di troppo per il vento, il tempo di 20″32 fa già capire quale sia l’ambizione di Fausto fra oltre un mese da oggi”.

“Sì, Fausto – conferma Stassano – ha tempo ancora 20 giorni per l’ottenimento ufficiale del minimo, ma ormai è pienamente consapevole di ciò che vale: ieri (domenica, ndr) ha sostenuto l’esame di maturità superandolo brillantemente. E Desalu, ne sono certo, farà grandi cose a Londra, dimostrando a se stesso ed a tutti che le sue intuizioni sono giuste, che i suoi tempi “africani” costituisco il rispetto della sua etnia nigeriana, lui pienamente italiano nella mente come nel cuore, ha trovato i suoi giusti equilibri, ha raggiunto lo stato di grazia che unisce potenza e leggerezza, anche interiore”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti