Cronaca
Commenta

Gussola, via Fiume non sarà più... un fiume: via ai lavori Soddisfatto il sindaco

"Come Sindaco e coma amministrazione - conclude Belli Franzini, che non risparmia una critica alle precedenti amministrazioni di centrodestra - siamo soddisfatti di questo risultato, perché dopo il grande impegno di coinvolgimento, di attenzione e di studio, si è giunti all’avvio dei lavori".

Nella foto gli allagamenti di tre anni fa: un problema ora risolto

GUSSOLA – Sono finalmente in via di risoluzione i problemi di via Fiume, una delle prime ad andare “sott’acqua” in caso di intemperie e di pioggia insistente o bombe d’acqua. “L’Amministrazione si è attivata da subito per cercare di affrontare gli ormai conosciuti ed importanti problemi presenti nella zona di via Fiume – spiega Stefano Belli Franzini, sindaco di Gussola – . Avviando un serio confronto con Padania Acque, gestore unico del piano d’ambito, la quale con grande professionalità ha avviato le opportune verifiche, e dopo una lunga fase di studio, ha richiesto l’inserimento dell’intervento in piano d’ambito, ciò non è di secondaria importanza, perché vuol dire che il tutto sarà a carico dello stesso, senza nessun onere diretto per l’ente”.

Dopo la fase di progettazione e l’approvazione da parte di Padania Acque con il benestare dell’ufficio d’ambito del progetto esecutivo si è giunti alla definizione concreta dell’intervento, che complessivamente ammonta a circa 171mila euro. I lavori prevedono due interventi, in primis il rifacimento dell’attuale fognatura, con posa di due linee separate per tipologia di refluo convogliato: reflui misti (insediamenti civili ed acque di pioggia, strada pubblica ed abitazione con scarichi già separati). L’intervento interessa principalmente l’incrocio di via Fiume con via Mazzini, ed altri tratti delle due vie, principalmente i punti in cui si sono riscontrate le maggiori criticità grazie a video ispezioni ed attenti rilievi da parte dei tecnici. L’altra parte dei lavori riguarda la zona ad est della stessa, verso via dell’Artigianato: anche qui dopo le opportune verifiche e necessari rilievi è stata riscontrata l’esigenza di intervenire per alleviare il flusso delle acque modificando il canale di scolo già presente aumentandone la capienza e capacità idrica.

“Questi interventi miglioreranno la situazione nella zona, soggetta ad allagamenti – spiega il sindaco – . E’ noto infatti che i rovesci temporaleschi assumono sempre più imprevedibilità, e molto spesso portano in poche ore la quantità di piogge che dovrebbe scendere in mesi. A noi tocca porre in essere come in questo caso le soluzioni e scelte che possono limitarne o azzerarne le emergenze, sapendo di non potere nulla sulla straordinarietà di certi eventi. E’ corretto evidenziare come già nell’anno 2016 già si era intervenuti con una profonda pulizia della fognatura, per dare ristoro alla stessa, e per consentire una ispezione migliore, anche questo importante intervento a contribuito non in modo secondario. Verranno anche revisionate e sostituite le pompe presenti all’impianto di sollevamento, altro importante intervento”.

“Come Sindaco e coma amministrazione – conclude Belli Franzini, che non risparmia una critica alle precedenti amministrazioni di centrodestra – siamo soddisfatti di questo risultato, perché dopo il grande impegno di coinvolgimento, di attenzione e di studio, si è giunti all’avvio dei lavori, finalmente si potrà intervenire in una zona che da decenni attendeva risposte concrete. Questo dimostra che con la dedizione, professionalità e la giusta determinazione si possono ottenere risultati, nonostante nessuno neghi, difficoltà economiche e burocratiche, a volte “forse” sfruttate come alibi per rimanere fermi ed inermi, perché si sa che è più semplice non decidere, perché così non vi è pericolo di errori e di critiche. Questo però non fa parte della nostra amministrazione, assumendoci chiaramente la responsabilità delle nostre scelte. Questo intervento per Gussola, e per i Gussolesi è un risultato importantissimo, un ringraziamento per la professionalità va a Padania Acque ed ATO Cremona assieme ai loro collaboratori e tecnici”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti