Sport
Commenta

24 ore di sport Amurt, che spettacolo! Oltre 1700 iscritti per i nuovi poveri del territorio

Un successo salutato anche dalla presenza del sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e dell’assessore al Sociale di Viadana Alessia Minotti, perché proprio ai due progetti La Rete per i nuovi poveri dei due comuni la 24 ore di Amurt si è quest’anno rivolta. FOTOGALLERY

Foto Angelo Crippa

CASALMAGGIORE – “Siamo molto contenti, le adesioni sono tante e abbiamo la sensazione di avere già battuto il precedente record. Vediamo, speriamo arrivino altri partecipanti, anche perché la finalità benefica merita”. Così il presidente di Amurt Italia Paolo Bocchi si era espresso esattamente quattro ore dopo il via alla 24 ore, sabato sera attorno alle 22. In quel momento il sentore di un nuovo record, dopo i quasi 1300 partecipanti del 2016, si aveva già, dato che si vociferava di un numero di iscritti vicino ai 1500. Alla fine, nel computo totale, calcolato solo alle 18 di domenica, ossia alla chiusura della manifestazione di sport e solidarietà, giunta alla quinta edizione e organizzata come sempre da Amurt Italia con la collaborazione degli Amici del Po, sono stati calcolati 1710 partecipanti, con un incremento quasi del 40% rispetto a dodici mesi fa.

Un successo, senza se e senza ma. Ha trainato in particolare il calcio a sette, con 18 squadre iscritte e in totale 200 partecipanti circa: sport che solitamente va per la maggiore, il calcio nella 24 ore non aveva attecchito subito, perché inizialmente si era puntato su sport più estivi, come il beach volley, ad esempio, rimasta disciplina regina con 44 squadre iscritte. Ma ora anche il pallone più famoso d’Italia ha iniziato a rotolare, con il campo contornato, in alcuni punti, dalle tende di chi ha deciso di pernottare agli Amici del Po. Tutto in massima sicurezza grazie anche a Padana Soccorso.

La festa, infatti, ha coinvolto gli sportivi e pure chi ha deciso di partecipare per ascoltare buona musica, a cura dei Casalmaggiore a 33 giri e dei Crazy Legs, per cenare, per passare qualche ora in compagnia e in allegria. Alla 24 ore, infatti, non mancava nulla: nemmeno le carte che hanno coinvolto giovani e meno giovani nel numero di circa 200 partecipanti, un altro successone. Pure il fitness non è stato da meno perché radunando le tre discipline (fitness, rowing e iron boxe) che rientrano sotto questa etichetta, sono stati 400 gli iscritti in totale.

Si sono confermate tennis, bocce e nuoto, sport che sono andati avanti per l’intera durata della manifestazione, dunque in formula non-stop, e a proposito delle attività rese ancora più suggestive dal contorno delle tenebre vanno citate la staffetta di corsa in golena partita a mezzanotte, la scampagnata in mountain bike, replicata anche domenica mattina per i più piccoli, e la splendida fiaccolata sulle barche da canottaggio con escursioni sull’isola. Senza scordare rugby e discipline olistiche legate al benessere col Centro Milarepa. Un successo salutato al momento delle premiazioni anche dalla presenza del sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e dell’assessore al Sociale di Viadana Alessia Minotti, perché proprio ai progetti La Rete per i nuovi poveri dei due comuni la 24 ore di Amurt si è quest’anno rivolta, devolvendo il ricavato dalle iscrizioni (15 euro gli adulti, 10 euro i bambini).

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti