Commenta

Festa della zucca 2017: non
solo cibo, con Inventio
si guarda al futuro

La sesta edizione è stata presentata questa mattina in comune alla presenza del sindaco Filippo Bongiovanni, Maurizio Toscani e Achille Scaravonati, Jacopo Orlo, Laura Cominotti e Elisabetta Corsi

CASALMAGGIORE – Quest’anno sarà Zucca. Non solo da mangiare, ma anche “pensante”. Da giovedì 14 a domenica 17 settembre a Casalmaggiore ritorna la Festa della Zucca, uno degli eventi di maggior richiamo dell’Oglio Po e del territorio, organizzata dall’associazione onlus “Amici di Casalmaggiore” e giunta alla sesta edizione.

La manifestazione – inserita peraltro da quest’anno nel circuito delle eccellenze regionali – vedrà come sempre il connubio tra ottima cucina, bancarelle, spettacolo e dibattiti. La sesta edizione è stata presentata questa mattina in comune alla presenza del sindaco Filippo Bongiovanni, dei due rappresentanti de ‘Gli Amici di Casalmaggiore’ Maurizio Toscani e Achille Scaravonati e di Jacopo Orlo, responsabile di Inventio per la Festa della Zucca e di Laura Cominotti e Elisabetta Corsi (Via Cavour Social) che hanno presentato una delle iniziative collaterali.

Sarà la prima edizione di Inventio la novità, la festa della zucca “pensante”, l’evento culturale che si terrà nei giorni della manifestazione. Inventio, l’Expo delle Idee, è il progetto che ha lo scopo di “usare la zucca” in senso figurato. “Un contenitore di idee – l’ha definito Jacopo Orlo – un’opportunità in più per divulgare. Quest’anno il tema scelto è industria 4.0. Parleremo in maniera semplice di futuro”. Raccogliere e promuovere strumenti e proposte in grado di dare una direzione più chiara al futuro del territorio casalasco e nazionale, in una prospettiva di crescita comune. Assieme a figure con alta preparazione del settore ed esperti qualificati sarà possibile creare eventi culturali per fare tavola rotonda su argomenti importantissimi per il territorio e per la collettività, indipendentemente dall’interesse politico. Durante l’evento sarà possibile parlare di idee e innovazioni legate all’Industria 4.0. Il tema di questa prima edizione sarà infatti il prossimo cambiamento dei processi produttivi e aziendali, cercando di offrire diverse riflessioni sul fenomeno. Su questi argomenti si svilupperanno i convegni in piazza Garibaldi, aperti a tutti, gli espositori e le attività. Antipasto sarà l’incontro dedicato all’agricoltura 4.0 al sabato pomeriggio alle 17. Alla sera si parlerà del 4.0 in relazione al territorio casalasco. Domenica, sempre alle 17, infine di parlerà dell’uomo e del suo futuro in relazione a queste trasformazioni. Nel corso delle due giornate di Inventio sarà poi possibile visitare gli stand dedicati alle realtà più innovative del nostro territorio. Ci saranno inoltre dimostrazioni e laboratori di robotica, circuiti elettrici, droni, stampa 3D e programmazione, in linea con le trasformazioni principali dell’industria 4.0. Ai laboratori il sabato e la domenica mattina parteciperanno i gruppi ospitati dalle associazioni sociali della città, i bambini e i ragazzi delle scuole, mentre durante il pomeriggio a tutti sarà possibile iscriversi ai laboratori. Per finire, saranno presenti gli stand del Polo Romani e dell’associazione degli “Amici di Casalmaggiore”, i quali presenteranno i loro progetti.

Altra novità importante, sempre negli aspetti culturali della rassegna della Festa della Zucca, è la richiesta di partecipazione della Commissione Europea. Al sabato mattina in Auditorium verrà infatti presentato il progetto “Corpo europeo di Solidarietà”, la nuova iniziativa dell’Unione Europea che offre ai giovani opportunità di lavoro o di volontariato nell’ambito di progetti solidali destinati ad aiutare comunità o popolazioni in Europa. Per la Festa della Zucca, numerose le iniziative collaterali confermate anche per questa edizione.

In piazza Garibaldi, nelle serate della rassegna gastronomica, si esibiranno sul palco i vari gruppi di danza: giovedì lo spettacolo della scuola “Dimensione Danza”; sabato spazio alla Dance Academy Aerobic School di Luisa Sartori, mentre alla domenica sera chiuderanno le ballerine e i ballerini della scuola di danza Vitien. Dal mattino di sabato 16 in piazza saranno allestiti il mercato contadino, a cura di Coldiretti, mentre in Vicolo Chiozzi quello del bijou artigianale. Spazio anche per i più piccoli, con la truccabimbi e il laboratorio “Piccoli Pasticceri crescono”.

Sempre sabato, una nota a parte la merita la prima edizione di “Fashion Street” a cura dei Commercianti del gruppo “Via Cavour Social”. “E’ una delle iniziative studiate per animare un po’ il centro – ha spiegato Laura Cominotti – si partirà alle 19 con l’aperitivo in strada, poi i negozi di abbigliamento della via mostreranno i loro capi, non in una sfilata classica ma in una sorta di set fotografico in strada”.

Domenica dedicata come da tradizione allo sport: dalle 18.30 via alla nuova stagione della pallavolo femminile, con la presentazione delle ragazze della VBC Pomì; presente anche l’atleta più medagliata della storia di Casalmaggiore, Laura Scaravonati. Insomma, numerose le iniziative in programma che, tra conferme e novità, non mancheranno di animare la città. Da ricordare la presenza del trenino turistico, dal 12 settembre all’8 ottobre.

Non mancherà infine la parte gastronomica della Festa, in piazza Garibaldi: sarà presente il ristotenda dove poter gustare il menù a base di zucca, quest’anno arricchito dalla presenza della cucina etnica. La novità (ce ne saranno altre ma al momento l’organizzazione ha preferito non svelare tutto) è il matrimonio tra zucca e cous cous, con la creazione di un piatto prelibato che sposa due ingredienti all’apparenza così lontani.

L’inaugurazione avverrà giovedì 14 settembre alle 19, al termine della quale inizierà il servizio culinario. Quest’ultimo proseguirà durante i giorni della festa a partire dalle 19, mentre nel fine settimana sarà attivo anche all’ora di pranzo. Sabato e domenica presenti i banchi del mercato di Coldiretti.

Altre iniziative allo studio, come hanno spiegato Scaravonati e Toscani, l’apertura della torre littoria anche in notturna grazie all’ausilio delle GEV e sabato sera l’iniziativa canina fatta in collaborazione tra Play Dog Mileo e Casa Giardino “Un’iniziativa – ha spiegato Toscani – alla quale teniamo molto e che l’anno scorso era saltata per il maltempo”.

“Siamo soddisfatti anche quest’anno – ha spiegato il primo cittadino Filippo Bongiovanni – per un’iniziativa giunta alla sesta edizione che attrae gente da fuori. E sono soddisfatto perché la festa della zucca non è solo il classico evento gastronomico, ma un evento in cui si da spazio al futuro. Per noi sarà anche occasione di promuovere la mostra sul Diotti. E la festa che mostra sin dove l’uomo può arrivare con la sua zucca”.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti