Commenta

La fontana della discordia,
Cavatorta rassicura Federici:
"Faremo quanto promesso"

"Abbiamo come amministrazione affrontato sfide nuove e impegnative sui servizi e i lavori pubblici, una mole veramente notevole rispetto al passato recente: dato che il tecnico che può fare progettazioni è uno e deve giostrare su tutti i cantieri, si capisce bene che non si può fare tutto in una volta" spiega il sindaco.

VIADANA – “In merito alla fontana della piazza, faremo tutto: ci siamo presi l’impegno di abbellire il centro rispetto alla situazione attuale sotto gli occhi di tutti che abbiamo ereditato dalle passate amministrazioni. Non ce ne siamo dimenticati ma vogliamo fare un progetto migliorativo, non vogliamo solamente radere al suolo”.

Così il sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta tranquillizza Nicola Federici, consigliere di minoranza del Pd che lo aveva stuzzicato sul tema. “I pannelli di compensato a copertura sono stati messi da chi ha organizzato la sfilata di moda della Notte bianca dell’8 luglio. Dopo la Notte bianca di sabato provvederemo noi a rimuoverli. Chi amministra o ha amministrato conosce la mole di lavoro che passa da certi uffici. In tutti questi mesi l’ufficio tecnico si è dovuto concentrare su attività che avevano la precedenza, anche molto complesse e con iter lunghi e laboriosi. Abbiamo come amministrazione affrontato sfide nuove e impegnative sui servizi e i lavori pubblici, una mole veramente notevole rispetto al passato recente: dato che il tecnico che può fare progettazioni è uno e deve giostrare su tutti i cantieri delle opere avviate, i progetti, gli iter che cominciati vanno portati avanti e conclusi, partecipare a commissioni, ai controlli (penso al palazzetto, alla gara rifiuti, allo stadio, all’adp rugby, agli asfalti, la casa albergo, la caserma carabinieri, l’arena, le scuole, tutti gli immobili comunali da manutenere e mi fermo per non tediare) si capisce bene che non si può fare tutto in una volta ma pian piano con determinazione arriveremo al risultato”.

“Colgo l’occasione – conclude Cavatorta – per rinnovare pubblicamente i ringraziamenti al settore tecnico del nostro comune per tutto il lavoro che fanno in maniera professionale al servizio della comunità, ovviando alla carenza di personale, che stiamo cercando con difficoltà di rimpinguare, frutto di normative stringenti e di scelte discutibili del passato. Seguendo il loro impegno quotidianamente non potrei davvero chiedere di più e i risultati stanno cominciando a vedersi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti