I commenti sono chiusi

Torricella, ladro in chiesa forse
tradito dall'unico momento
di onestà: annotata la targa

La titolare di un bar fuori paese, insospettita, ha preso nota della targa dell'Audi, prima che questa si dirigesse verso Casalmaggiore. Un comportamento davvero strano quello del presunto ladro, che non solo aveva rubato la sedia un giorno prima del furto in chiesa, ma che poi ha avuto la strana idea di riportarla.

TORRICELLA DEL PIZZO – Un passo falso che ha dell’incredibile, un unico momento di onestà che probabilmente costerà caro all’autore del furto alla chiesa di Torricella. Il ladro infatti, per tagliare col flessibile l’inferriata della finestra, aveva “preso a prestito” una sedia in un locale pubblico, e al termine del “lavoro” ha pensato bene di restituirla prima di darsi alla fuga.

Partiamo da qui. Mercoledì, giorno di Ferragosto, la titolare di un bar fuori paese aveva notato l’assenza di una sedia in alluminio che si trovava all’esterno del locale. La notte seguente, erano circa le 5 di giovedì mattina, un’auto, una Audi scura, si è fermata davanti al locale, che si trova in posizione isolata. Forse chi era al volante pensava che nell’edificio non ci fosse nessuno, invece c’era la titolare, che si accingeva ad aprire. Lei ha notato l’auto e l’uomo che si è fermato per riportare la sedia. Ovviamente insospettita, ha preso nota della targa dell’Audi, prima che questa si dirigesse verso Casalmaggiore. Un comportamento davvero strano quello del presunto ladro, che non solo aveva rubato la sedia un giorno prima del furto in chiesa (forse in una delle precedenti visite di ispezione), ma che poi ha avuto la strana idea di riportarla, tra l’altro fermandosi qualche istante attorno al locale.

Al momento le forze dell’ordine non rilasciano dichiarazioni, ma hanno controllato la targa dell’auto, il cui proprietario risiede fuori provincia ed ha una serie di precedenti specifici. In seguito è anche emerso che il conducente di quella stessa auto tempo fa aveva chiesto ad una persona che risiede nei pressi della chiesa se esistesse da quelle parti una stradina di campagna, motivando la domanda con la sua passione per i funghi. Una domanda strana, sia per la zona che per la stagione, per questo l’uomo si è poi ricordato di quell’Audi scura.

Ricordiamo che la notte tra mercoledì e giovedì i ladri erano entrati nella chiesa, che si trova isolata dal centro abitato, dopo averla raggiunta non dal paese, dove si trovano le telecamere, ma dalla strada sterrata che arriva dalla località Piombi (verso Scandolara Ravara). Dopo aver messo fuori uso con abilità il sistema di allarme, avevano segato con un flessibile un’inferriata, usando appunto la sedia. Hanno poi gettato la parte di inferriata divelta all’interno del cimitero vecchio che si trova proprio dietro la chiesa, e sono entrati, asportando due quadri e materiale vario, soprattutto antiche reliquie. Non c’era in chiesa il materiale per la celebrazione della messa in quanto in agosto le messe si celebrano nella chiesetta di Sant’Anna, presso l’oratorio. Tutto materiale catalogato, le cui schede sono in possesso degli inquirenti. Del furto si era accorto un volontario che ogni giorno si occupa della manutenzione della chiesa parrocchiale: non era passato troppo tempo dal momento in cui il presunto autore (che molto probabilmente non era solo) aveva restituito la sedia al locale.

Intanto dobbiamo precisare che l’auto non era transitata in paese, quindi le telecamere da poco posizionate dal Comune non hanno potuto aiutare nell’individuare l’auto. Si tratta di telecamere di ultima generazione, un investimento dell’Amministrazione comunale che in questo caso non ha dato frutti solo perché non ci sono dispositivi nel piazzale della chiesa. E’ probabile che già nei prossimi giorni ci siano novità sul furto. Probabile che la segnalazione dei Carabinieri ai colleghi del luogo in cui vive il presunto autore abbiano già compiuto le prime verifiche nella sua abitazione, mettendosi anche sulla caccia, oltre che della refurtiva, dei possibili complici.

V.R.

© Riproduzione riservata
Commenti