Un commento

La Sagra di Fossa pronta a
stupire: cucina, giochi, cultura
popolare. E la novità Sand Art

Lo spettacolo, il quarto del suo genere a Fossacaprara, è presentato dal Maestro Pietro Fornasari che dirige la “Piccola Orchestra Fiati”. Quest’anno viene proposta una novità d’eccezione: a completare la voce narrante (il casalasco Maurizio Toscani) saranno le forme magiche disegnate nella sabbia da Giulia Rubenni, in arte Ghibli.
Nella foto un momento del campionato italiano di Sburla la Roda 2016

FOSSACAPRARA (CASALMAGGIORE) – E’ uno degli eventi da sempre più amati sul territorio, perché davvero legato alla tradizione e perché capace di riportare in auge i vecchi giochi di una volta. Non solo: da qualche anno ha dato vita a gemellaggi che hanno spostato l’attenzione su Fossacaprara un po’ in giro per l’Italia. La Sagra di Fossa, fiore all’occhiello di una intera frazione organizzato dall’associazione Oltrefossa, sta per arrivare: lo farà venerdì e per tutto il weekend richiamerà partecipanti sul sagrato della chiesa e negli spazi attigui. Un programma al solito ricco e originale, per un evento a suo modo unico.

E se i quattro momenti clou sono lo spettacolo equestre di venerdì sera alle 21 con Rossano Ranch, la Musica Teatro “Le monete di Pinocchio” con la sand art del Maestro Pietro Fornasari (novità assoluta, come vedremo) sabato sera alle 21, il pranzo raccontato domenica alle 12 con “Mulini e Farine” con l’Osteria dal Campaner e Slow Food Oglio Po a fare da Ciceroni e naturalmente il Campionato italiano, edizione numero 8, di Sburla la Roda, non mancheranno tante altre proposte.

I concerti di musica classica, ad esempio, ma anche gare di giochi da strada che apparivano perduti nella tradizione ma che la Sagra di Fossa ha avuto il merito, nelle sedici edizioni precedenti e in questa 17esima ormai alle porte, di ritrovare e fare rivivere: ciclotappo, battichiodo, trottole su pista gigante, tiro alla fune a squadre e ancora ruzzola, trampoli e panforte. Da non perdere anche la conferenza “Dik-Kid il gioco e lo specchio” a cura del docente di Cà Foscari a Venezia Mauro Ferrari e dell’associazione Giochi antichi, con la mostra sulla presenza di Fossa al Tocatì di Verona, la più importante manifestazione italiana di giochi di strada e della tradizione. Chiuderà il programma il Palio di Fossacaprara, giunto alla sua XIII edizione: una gara particolare di Sburla la Roda, la corsa effettuata spingendo le balle di paglia su un apposito percorso, che vedrà la partecipazione solo delle squadre di Fossa e Caprara. Senza dimenticare, ogni giorno, il servizio cucina.

Nella foto Pinocchio nella rappresentazione in Sand Art

Molta attesa, oltre che per gli eventi ludici, sarà a livello culturale per la Sand Art prevista per sabato, una novità assoluta a Fossacaprara. Si tratta di una rappresentazione di Musica-Teatro dal titolo “Le monete di Pinocchio – Storia di un burattino”. Lo spettacolo, il quarto del suo genere rappresentato a Fossacaprara, è presentato dal Maestro Pietro Fornasari che dirige dal vivo la “Piccola Orchestra Fiati”. Quest’anno viene proposta una novità d’eccezione: a completare e commentare la voce narrante (il casalasco Maurizio Toscani) saranno le forme magiche disegnate nella sabbia da Giulia Rubenni, in arte Ghibli: Painter e Sand Artist toscana, che ha al suo attivo un’esperienza artistica pluriennale e numerose partecipazioni ad alcune tra le più interessanti manifestazioni ed eventi regionali e nazionali.

La Sand Art è una forma di espressione artistica che permette di creare forme, volti, storie senza tempo. Tutto tramite l’utilizzo della sabbia, un tavolo retro illuminato e le mani dell’artista. La musica diretta dal maestro Fornasari, a cui si deve l’eccezionalità di questa esperienza, amplifica le suggestioni suscitate dalle mani che danzano tra ombre e luci. Disegni sorprendenti che si plasmano via via, uno sull’altro, in un crescendo di stupore ed emozione. Un’esperienza da non perdere e proposta, come tutti gli eventi in calendario da venerdì 25 a domenica 27, gratuitamente a tutti i partecipanti della Sagra.

Di seguito ecco il programma completo:

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti
  • panta rei

    Come al solito Fossacaprara si distingue… e soprattutto non propone il solito liscio e canzonette varie. Bravi, verrò sicuramente con i bambini a mangiare e a vedere lo spettacolo di Pinocchio