Cronaca
Commenta

Di Maio presto sposo con la casalese Virgulti? Su "Oggi" l'intervista alla coppia 5 Stelle

Di Maio nell’intervista smentisce in parte il titolo, forse un po’ affrettato o forzato. “Io vorrei sposarmi in chiesa, lei ne vorrebbe uno civile” spiega il politico 5 Stelle. “Ma guai a dirlo prima del tempo, sono napoletano e scaramantico”. E, in ogni caso, il primo pensiero, ora, sembra essere sulle elezioni politiche del 2018.

ROMA/CASALMAGGIORE – Luigi Di Maio, futuro candidato premier del Movimento 5 Stelle, potrebbe convolare a giuste nozze. O almeno questo è l’annuncio uscito nelle scorse ore sull’ultimo numero del settimanale “Oggi”. Cronaca rosa, più che gossip puro, perché la notizia esce tra le righe dallo stesso politico, pronto a correre per le elezioni nel 2018, dunque non si tratta di una soffiata da paparazzi e dintorni.

E l’interesse, indubbiamente, tocca da vicino anche la nostra provincia, e Casalmaggiore in particolare.
Promessa sposa, ma forse l’etichetta è forzata, come vedremo, di Luigi Di Maio è infatti Silvia Virgulti, che a Casalmaggiore è nata e cresciuta, prima di spiccare il salto e di incontrare il Movimento 5 Stelle, per il quale cura la comunicazione e la presenza anche sui media nazionali. Silvia Virgulti e Luigi Di Maio hanno parlato della loro storia d’amore proprio dalle colonne di “Oggi” nel numero in edicola da qualche ora, e la loro foto campeggia pure in copertina. Fidanzati da tre anni, come viene spiegato, Di Maio e Virgulti sarebbero pronti al grande passo, all’altare. Non prima però, precisa l’articolo e spiega lo stesso futuro candidato premier dei 5 Stelle, di essere andati al voto.

La storia dei “grillini innamorati”, questo il titolo che si legge sul rotocalco, viene associata a quella di altri due aderenti al Movimento, ovvero Giancarlo Cancellieri ed Elena Catanzaro: Cancellieri è, per la precisione, il candidato alla presidenza per la Regione Sicilia, con le elezioni fissate il 5 novembre. Non solo: il fidanzamento tra Silvia Virgulti e Luigi Di Maio viene anche paragonato all’unione tra il nuovo premier francese Macron e Brigitte, per un discorso anagrafico. Silvia infatti, associata alla premiere dame di Francia, ha dieci anni in più di Luigi, dettaglio un po’ insolito per una coppia, dato che solitamente è l’uomo il più anziano. In ogni caso, tornando alle prospettive di matrimonio, Di Maio nell’intervista smentisce in parte il titolo, forse un po’ affrettato o forzato, del rotocalco. “Io vorrei sposarmi in chiesa, lei ne vorrebbe uno civile” spiega il politico 5 Stelle. “Ma guai a dirlo prima del tempo, sono napoletano e scaramantico”. Il primo pensiero, per ora, sembra essere per le elezioni politiche del 2018.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti