Ultim'ora
Commenta

Eridanos, la giuria svela
i nomi dei finalisti. E premierà
la carriera di "Pedar" Borettini

Nel corso della presentazione verrà anche assegnato a Pietro Borettini di Viadana, (meglio noto come “Pédar da Viadana”) il “Premio speciale alla carriera”, offerto dalla famiglia e dedicato alla memoria della congiunta “Giancarla Assandri”.
Nella foto i vincitori del 2016

GUSSOLA – La giuria dell’undicesima edizione del Concorso Letterario Nazionale “Eridanos “,
promosso da Arcibassa di Gussola, dopo aver vagliato i numerosi lavori pervenuti, a suo insindacabile giudizio, ha deciso di ammettere alla serata finale della premiazione, che si svolgerà a Gussola, a partire dalle ore 16.30, presso la sala polivalente “Papa Giovanni Paolo II”, il 16 settembre prossimo, le seguenti poesie e racconti:

Anghileri Susanna di Segrate (MI) con il racconto. “Dolore viscerale”
Baldinu Stefano di S. Pietro in Casale (BO) con la poesia “Gaetana”
Bertolotti Annalisa di Reggio Emilia con il racconto: “Uno sprazzo di arcobaleno”
Bregoli Fabrizio di Cornate d’Adda (MB) con le poesie: “La pietra fu pietra” e “Fòje” (Foglie)
Buono Nunzio di Casorate Primo (Pv) con la poesia: “C’è troppo rumore”
Flisi Rosanna di Viadana con la poesia: “Macerie”
La Porta Mariateresa di Venafro (IS) con la poesia: “Ai bambini di Aleppo”
Piko Cordis di Ascoli Piceno con il racconto: “Il casolare”
Ponseggi Franco di Bagnacavallo (RA) con la poesia: “La mùšica” (La musica)
Rainero Pietro di Acqui Terme (AL) con il racconto: “Infanzia felice”
Ros Nicolina di S. Quirino (PN) con la poesia “Frutin Sant” (Bimbo Santo)
Silla Chiara di Brugnolo di Rivarolo del Re con il racconto: “Tulipano bianco”
Tagliabue Gabriel di Seregno (MB) con la poesia: “Alba d’immigrazione”
Tantalo Linda di Matera con la poesia: “Il sospiro dei flutti”
Vador Luigino di S. Quirino (PN) con il racconto: “Il mio Nini”

Nel corso della presentazione verrà anche assegnato a Pietro Borettini di Viadana, (meglio noto come “Pédar da Viadana”) il “Premio speciale alla carriera”, offerto dalla famiglia e dedicato alla memoria della congiunta “Giancarla Assandri”. Il premio è riservato ad una personalità che, negli anni, si sia particolarmente distinta nella tutela del dialetto e delle tradizioni popolari.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti