Commenta

Ore 20, il consiglio della verità
sul Put. Il Listone puntualizza:
"Da noi rispetto istituzionale"

Così Fazzi (Listone) dopo le accuse social: "La presenza del nostro consiglio Giovanni Vitolo non è stata l’ago della bilancia. Il numero legale ci sarebbe stato comunque: abbiamo invece dimostrato il rispetto istituzionale nei confronti dei cittadini e non accettiamo certe accuse".

CASALMAGGIORE – Il consiglio della verità sul Piano Urbano del Traffico a Casalmaggiore è fissato alle ore 20 di martedì 29 agosto. Arriva in un clima da battaglia, con l’invito a partecipare alla seduta che è passato anche dai social, con una pagina appositamente creata dal Comitato Slow Town, particolare forse mai verificatosi prima. A Casalmaggiore, insomma, vi è quasi un clima da resa dei conti, con molti cittadini che parteciperanno per osservare i lavori e, stando a quanto emerso, esprimere la loro contrarietà al nuovo Put o, quantomeno, cercare di capire i motivi che hanno spinto l’amministrazione ad alcune decisioni.

Andando con ordine, il consiglio comunale si articolerà su sette diversi punti: dopo mozioni, interrogazioni e interpellanze, si passerà all’approvazione del regolamento per il funzionamento del servizio di Asilo Nido Comunale, dello schema di contratto di servizio col Concass per l’assistenza ed integrazione di alunni con disabilità e dell’affidamento del servizio di trasporto disabili gravi presso la struttura specialistica “Casa del sole” di Curtatone. E ancora si discuterà il programma biennale degli acquisti di beni e servizi. Infine spazio al Put, con Pierfrancesco Ruberti, presidente della Commissione Urbanistica che per primo illustrerà le varie tavole, lasciando poi spazio al dibattito, che si preannuncia molto ampio.

A proposito di Commissione, il Listone ha voluto chiarire la sua posizione, dopo le critiche piovute sui social network in merito alla decisione di partecipare alla Commissione Urbanistica di sabato. Lo ha fatto per mezzo di un video pubblicato sulla pagina Facebook del gruppo dal segretario Alberto Fazzi. “Anzitutto – spiega Fazzi – l’attività amministrativa deve essere giudicata in base a quanto fa la maggioranza, perché l’opposizione ha un ruolo prevalentemente di controllo. Conoscere le delibere amministrative e le ragioni che stanno dietro queste è importante e per farlo occorre partecipare alle Commissioni, anche per rispetto istituzionale e per poter poi affrontare in consiglio una critica che sia costruttiva. Detto questo vanno precisati due passaggi: anche se la Commissione fosse saltata, il consiglio comunale si sarebbe tenuto lo stesso, perché già convocato. In secondo luogo, la presenza del nostro consigliere Giovanni Vitolo, quale membro supplente e che ringraziamo per essersi recato in Commissione, non è stata l’ago della bilancia. Il numero legale ci sarebbe stato comunque: abbiamo invece dimostrato il rispetto istituzionale nei confronti dei cittadini e non accettiamo certe accuse. L’invito ora è a calmare le acque e a partecipare alla seduta di martedì sera alle ore 20”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti