Commenta

Casalmaggiore si prepara
alla Festa della Zucca. Che,
con Inventio, sarà pensante...

Dopo l’edizione numero zero, una sorta di prova, dello scorso anno, Inventio si sposta da piazza Turati a piazza Garibaldi e lo fa sempre nel segno delle zucche intese come teste pensanti. Il tema, Industria 4.0, intende infatti analizzare e fare il focus sullo stato di salute delle imprese nel nostro territorio.

CASALMAGGIORE – L’edizione numero sei della Festa della Zucca è pronta a tornare: lo farà da giovedì prossimo, e fino a domenica, a Casalmaggiore, in piazza Garibaldi e cercherà di collegarsi, geograficamente e tematicamente, col resto del territorio. Per rendere l’idea di quanto appena detto, pensate ad esempio che il trenino turistico, che solitamente collega Casalmaggiore a Sabbioneta, quest’anno passerà anche da Vicomoscano, dove nel weekend di riferimento della festa casalese tornerà pure la Festa dl’Ua e dal Malgot. Peraltro con una riduzione di tariffa, dato che il costo sarà di 50 centesimi anziché di un euro.

Ma le novità sono parecchie, a cominciare da Inventio: dopo l’edizione numero zero, una sorta di prova, dello scorso anno, l’evento si sposta da piazza Turati a piazza Garibaldi e lo fa sempre nel segno delle zucche intese come teste pensanti. Il tema, Industria 4.0, intende infatti analizzare e fare il focus sullo stato di salute delle imprese nel nostro territorio, a forte vocazione agricola e dunque con un occhio di riguardo proprio al primario. Le attività saranno parecchie, con il coinvolgimento de La Tata Robotica di Carpi e della Scuola di Robotica di Genova, oltre che del Polo Scolastico Romani di Casalmaggiore. Tre i convegni, che coinvolgeranno anche la Camera di Commercio: venerdì alle 17 un focus sull’agricoltura e sulle sue innovazioni anche nel 4.0 con la presenza di Coldiretti Cremona e di due ragazzi provenienti da Ischia e Treviso, i dottori Filippo Iodice e Fabio Curto, quest’ultimo ha completamente automatizzato la sua azienda agricola, per comprendere prospettive e differenze tra Sud e Nord. Presenti venerdì anche Mauro Donda, presidente di Coldiretti Cremona, e come moderatore Matteo Buonanno Seves, redattore di InNaturale.

Sabato alle 20.30 Industria 4.0 sull’Oglio Po con il coinvolgimento, tra gli altri, di Francesco Meneghetti, ad di fabbricadigitale, e di Confindustria Cremona con l’ingegner Corrado La Forgia. Tra i relatori vi saranno Gabriele Pezzani, laureato in economia aziendale, Stefano Caselli, docente di Sistemi all’Università di Parma, e Marco Orlandi, studente del corso magistrale di Management, come moderatore. Domenica alle 17 infine il convegno verterà sul tema “L’uomo tra l’automazione e l’internet delle cose”, con lo studio dei caratteri più evidente della prossima rivoluzione 4.0. Presenti Giulio Destri, consulente di organizzazione e tecnologia e professore all’Università di Parma, Massimo Scaravonati di Oracle Italia, esponenti della Scuola di Robotica di Genova e, come moderatrice, Valeria Moscardino, ispettore del lavoro di Parma e Reggio Emilia. Tre eventi che, nella brochure, si chiudono con una domanda significativa: come sarà Casalmaggiore tra 20 anni? Per i più giovani Confindustria allestirà invece una vera e propria simulazione di colloqui di lavoro, mentre in Auditorium non mancherà un momento, sabato alle 10.30, per scoprire il Corpo Europeo di Solidarietà, novità nel servizio civile per i giovani che vogliano prestare la propria opera anche all’estero.

La Festa della Zucca, tra le varie attività extra rispetto al programma base (inserito in alcune pagine della brochure che riproduciamo a fondo testo), prevede anche Via Cavour social, con i commercianti che si sono organizzati per presentare diverse novità alla cittadinanza, oltre a un set fotografico, la possibilità di visitare la Torre Littoria anche di sabato e il parcheggio per il primo anno garantito e gratuito pure al campo sportivo dell’oratorio Maffei. Un extra vi sarà inoltre nel menù: accanto ai tipici blisgòn, ecco il piatto etnico, ossia il cous cous alla zucca. Gli Amici di Casalmaggiore, organizzatori dell’evento, fanno appello infine ai volontari: ne serviranno molti, di certo più di un centinaio, e per tutti il ritrovo è fissato mercoledì sera sotto il ristotenda che verrà montato in piazza Garibaldi.

Di seguito ecco alcuni dettagli degli eventi della festa:

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti