Feste e turismo
Commenta

Casalmaggiore si prepara alla Festa della Zucca. Che, con Inventio, sarà pensante...

Dopo l’edizione numero zero, una sorta di prova, dello scorso anno, Inventio si sposta da piazza Turati a piazza Garibaldi e lo fa sempre nel segno delle zucche intese come teste pensanti. Il tema, Industria 4.0, intende infatti analizzare e fare il focus sullo stato di salute delle imprese nel nostro territorio.

CASALMAGGIORE – L’edizione numero sei della Festa della Zucca è pronta a tornare: lo farà da giovedì prossimo, e fino a domenica, a Casalmaggiore, in piazza Garibaldi e cercherà di collegarsi, geograficamente e tematicamente, col resto del territorio. Per rendere l’idea di quanto appena detto, pensate ad esempio che il trenino turistico, che solitamente collega Casalmaggiore a Sabbioneta, quest’anno passerà anche da Vicomoscano, dove nel weekend di riferimento della festa casalese tornerà pure la Festa dl’Ua e dal Malgot. Peraltro con una riduzione di tariffa, dato che il costo sarà di 50 centesimi anziché di un euro.

Ma le novità sono parecchie, a cominciare da Inventio: dopo l’edizione numero zero, una sorta di prova, dello scorso anno, l’evento si sposta da piazza Turati a piazza Garibaldi e lo fa sempre nel segno delle zucche intese come teste pensanti. Il tema, Industria 4.0, intende infatti analizzare e fare il focus sullo stato di salute delle imprese nel nostro territorio, a forte vocazione agricola e dunque con un occhio di riguardo proprio al primario. Le attività saranno parecchie, con il coinvolgimento de La Tata Robotica di Carpi e della Scuola di Robotica di Genova, oltre che del Polo Scolastico Romani di Casalmaggiore. Tre i convegni, che coinvolgeranno anche la Camera di Commercio: venerdì alle 17 un focus sull’agricoltura e sulle sue innovazioni anche nel 4.0 con la presenza di Coldiretti Cremona e di due ragazzi provenienti da Ischia e Treviso, i dottori Filippo Iodice e Fabio Curto, quest’ultimo ha completamente automatizzato la sua azienda agricola, per comprendere prospettive e differenze tra Sud e Nord. Presenti venerdì anche Mauro Donda, presidente di Coldiretti Cremona, e come moderatore Matteo Buonanno Seves, redattore di InNaturale.

Sabato alle 20.30 Industria 4.0 sull’Oglio Po con il coinvolgimento, tra gli altri, di Francesco Meneghetti, ad di fabbricadigitale, e di Confindustria Cremona con l’ingegner Corrado La Forgia. Tra i relatori vi saranno Gabriele Pezzani, laureato in economia aziendale, Stefano Caselli, docente di Sistemi all’Università di Parma, e Marco Orlandi, studente del corso magistrale di Management, come moderatore. Domenica alle 17 infine il convegno verterà sul tema “L’uomo tra l’automazione e l’internet delle cose”, con lo studio dei caratteri più evidente della prossima rivoluzione 4.0. Presenti Giulio Destri, consulente di organizzazione e tecnologia e professore all’Università di Parma, Massimo Scaravonati di Oracle Italia, esponenti della Scuola di Robotica di Genova e, come moderatrice, Valeria Moscardino, ispettore del lavoro di Parma e Reggio Emilia. Tre eventi che, nella brochure, si chiudono con una domanda significativa: come sarà Casalmaggiore tra 20 anni? Per i più giovani Confindustria allestirà invece una vera e propria simulazione di colloqui di lavoro, mentre in Auditorium non mancherà un momento, sabato alle 10.30, per scoprire il Corpo Europeo di Solidarietà, novità nel servizio civile per i giovani che vogliano prestare la propria opera anche all’estero.

La Festa della Zucca, tra le varie attività extra rispetto al programma base (inserito in alcune pagine della brochure che riproduciamo a fondo testo), prevede anche Via Cavour social, con i commercianti che si sono organizzati per presentare diverse novità alla cittadinanza, oltre a un set fotografico, la possibilità di visitare la Torre Littoria anche di sabato e il parcheggio per il primo anno garantito e gratuito pure al campo sportivo dell’oratorio Maffei. Un extra vi sarà inoltre nel menù: accanto ai tipici blisgòn, ecco il piatto etnico, ossia il cous cous alla zucca. Gli Amici di Casalmaggiore, organizzatori dell’evento, fanno appello infine ai volontari: ne serviranno molti, di certo più di un centinaio, e per tutti il ritrovo è fissato mercoledì sera sotto il ristotenda che verrà montato in piazza Garibaldi.

Di seguito ecco alcuni dettagli degli eventi della festa:

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti