Commenta

Il Listone interviene sul Busi:
"Solidarietà a Sartori, Vacchelli
sta sbagliando toni e modi"

"È ormai evidente - prosegue il Listone - che l'organizzazione del lavoro, all'interno della struttura, andrebbe "ri-visitata". Tutto il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ed in particolare il Presidente Vacchelli hanno il dovere di aprire un "sereno e costruttivo" dialogo con i dipendenti".

CASALMAGGIORE – “Dopo le ultime vicende venute alla luce a mezzo stampa, riguardanti la Fondazione Busi, il Listone vuole esprimere piena solidarietà e vicinanza al consigliere Patrizio Sartori per la serietà dimostrata, esternando il proprio pensiero pubblicamente, mantenendo così quella che è la linea intrapresa e già palesata in più occasioni”.

Così il gruppo civico del Listone di Casalmaggiore si espone sulla vicenda della casa di riposo di via Formis. “Come già ribadito nella dichiarazione rilasciata a mezzo stampa dal nostro consigliere Patrizio Sartori, il Listone non approva i toni ed i modi usati dal Presidente Vacchelli nei confronti dei sindacati nello svolgimento della loro funzione pubblica. E’ evidente che il rapporto tra l’attuale Presidenza ed alcuni dipendenti della Fondazione si è sempre più logorato. Tale situazione è senza dubbio difficile da gestire.  Giustificare il malcontento generale dei lavoratori (ausiliari, infermieri, medici ecc) con la loro “paura al cambiamento”, come dichiarato dal Presidente Vacchelli, è una visione, a nostro avviso, errata e da superare”.

“È ormai evidente – prosegue il Listone – che l’organizzazione del lavoro, all’interno della struttura, andrebbe “ri-visitata”. Tutto il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ed in particolare il Presidente Vacchelli hanno il dovere di aprire un “sereno e costruttivo” dialogo con i dipendenti, per raccogliere suggerimenti da coloro che sino ad oggi hanno contribuito a mantenere “vivo”, nel tempo, il ruolo premiante della Fondazione nel nostro territorio. Il dialogo è alla base di qualsiasi rapporto costruttivo e ciò, come già detto, può portare ad un miglioramento delle condizioni e metodologie di lavoro, con la conseguente diminuzione dei problemi fisici e delle malattie”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti