Commenta

Sorte assente in consiglio,
Alfieri (Pd) rincara
la dose: "Traditi i pendolari"

“A maggior ragione dopo questa votazione, la Giunta non può più permettersi di sottovalutare un tema tanto cruciale e deve assumersi le proprie responsabilità, attivando immediatamente Trenord per garantire i servizi concordati a maggio con i pendolari” conclude Alfieri.
Nella foto Sorte in stazione e sul ponte soltanto venerdì scorso

CASALMAGGIORE/MILANO – “L’assessore Sorte deve metterci la faccia, non può assentarsi durante la discussione di un tema così importante come il mancato  potenziamento dei servizi ferroviari e le ripercussioni sui pendolari lombardi”. Queste le parole del consigliere del PD Alessandro Alfieri, dopo la discussione in aula consiliare della mozione sulla mancata attivazione, a partire dal 10 settembre, di molti dei servizi ferroviari stabiliti durante i tavoli territoriali dello scorso maggio, in particolare sulle linee: Brescia-Piadena-Parma, Verona-Brescia-Milano, Brescia-Milano Greco Pirelli, Milano Centrale-Malpensa, Lecco-Carnate-Milano e Milano-Tirano.

La mozione, che non è passata per un soffio (27 i favorevoli e 27 i contrari), impegnava la Giunta a spiegare i motivi dell’accaduto e soprattutto della mancata informazione ai pendolari, a convocare in via straordinaria i Tavoli dei Quadranti e ad attivare i servizi concordati, dando inoltre mandato alla commissione Trasporti di organizzare un programma di audizioni con l’assessore e tutti i soggetti coinvolti.
“A maggior ragione dopo questa votazione, la Giunta non può più permettersi di sottovalutare un tema tanto cruciale e deve assumersi le proprie responsabilità, attivando immediatamente Trenord per garantire i servizi concordati a maggio con i pendolari” conclude Alfieri.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti