Un commento

Listone, 'missione idrometro'
compiuta. Riportata la prima
parte all'antico splendore

"Da sempre - spiegano i ragazzi - siamo convinti che luoghi che richiamano la nostra storia e la nostra territorialità debbano essere valorizzati, e questo si può fare anche con il solo olio di gomito, basta volerlo"

CASALMAGGIORE – Idrometro ripulito, almeno nella prima parte, quella prima della foresta amazzonica che è cresciuta in anni di più o meno totale abbandono, tra la seconda parte della scala e il fiume. Stamattina i ragazzi del Listone, portando avanti una battaglia contro il degrado che li vede ottimi protagonisti da tempo, si sono messi di buona lena a eliminare le erbacce e a dare un po’ di decoro ad una scala importante, non solo per ragioni idrometriche ovvie, ma per ragioni storiche.

Sulla scalinata infatti sono incise le maggiori piene della storia della città. La testimonianza, tutto quel che resta di tangibile dell’impeto del fiume quando decide di fare sul serio. Non è stato un compito semplice. La gentile erbetta era un po meno gentile di quel che i ragazzi avevano pensato in avvio. Ma alla fine, comunque in maniera assolutamente gratuita e solo per amore della città il lavoro è stato portato a termine in maniera egregia.

“Questa mattina, dopo il nulla osta di AIPO – scrive Alberto Fazzi a nome del gruppo – abbiamo ripulito il primo tratto dell’idrometro sul fiume Po. Era completamente invaso da erbacce e rampicanti. Pensavamo fosse più agevole la cosa. Dopo 3 ore e mezza di lavoro il risultato ci ha ripagato di ogni sforzo e siamo orgogliosi di poter restituire un pezzo importante della nostra storia alla comunità”.

Il lavoro ha incuriosito i passanti. In tanti si sono fermati per complimentarsi e per vedere la scala. “Molte – prosegue il Listone – sono state le persone che questa mattina, oltre a complimentarsi, hanno voluto riguardare le altezze delle piene storiche. Ci siamo accorti che la piena del 2014 non è ancora stata registrata ed ora valuteremo come agire affinché si possa inserire. Al termine del lavoro abbiamo lasciato i sacchi del verde sul ciglio della strada facendo la segnalazione a Casalasca Servizi tramite l’app #EcoCity che vi consigliamo di scaricare sui vostri smartphone, poiché ottima ed immediata in casi simili o di abbandono rifiuti. Da sempre siamo convinti che luoghi che richiamano la nostra storia e la nostra territorialità debbano essere valorizzati, e questo si può fare anche con il solo olio di gomito, basta volerlo”.

Un’altra bella operazione dunque quella portata a termine quella de Il Listone, già protagonista peraltro di operazioni simili al parco del Romani, alla muraglia di via Minatori del Belgio, al parcheggio dell’ospedale. Avrebbero potuto agire prima – alla cosa infatti pensavano da tempo – ma per scelta, come sempre, hanno atteso di avere tutti i permessi per poter fare quel che hanno fatto.

“Per il futuro – spiega Alessandro Rosa, consigliere comunale – voglio un Paese (e qui la “P” maiuscola è d’obbligo) in cui tutti, ma proprio tutti, sappiano giocare seguendo le stesse regole. Soprattutto chi ha un mandato politico. Servono le autorizzazioni? Chiediamole! Ma una volta ottenute, non ci sono scuse: anima e cuore per Casalmaggiore!”

Anima e cuore, lo stesso che hanno messo loro. Insieme all’entusiasmo di fare qualcosa per la città e sentirsene orgogliosi. Per la città dunque e anche un poco per se stessi che della città son parte vitale.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Dario Tartari

    Bravi ragazzi, grande esempio