Commenta

Il consiglio comunale a
Viadana si accende su
fontana, palestre, asfalti e Dup

Non poteva mancare il riferimento alla situazione dei ponti: Teveri aveva chiesto di bloccare i mezzi oltre una certa portata provocando la reazione del consigliere Romano Bellini, dichiarando che in tal modo si uccideva totalmente il comparto economico.

VIADANA – Viadana non avrà mai una fontana romantica sullo stile del film “La Dolce Vita” di Federico Fellini dove Anita Ekberg aspettava, invocandolo, il suo Marcello. Però la promessa del sindaco Giovanni Cavatorta è quella di riqualificare l’intera piazza e renderla meno “terrificante”, aggettivo utilizzato da Nicola Federici.

Il capogruppo del Pd che ha presentato assieme al collega Adriano Saccani una mozione sull’argomento. “Aspettiamo da mesi un intervento” ha incalzato Federici a cui ha risposto l’assessore Franco Rossi, dicendo che il progetto doveva essere redatto dall’Ufficio tecnico che ancora non era riuscito a presentarlo. Il primo cittadino Cavatorta da parte sua ha voluto sottolineare che la fontana di piazza Manzoni così come i cubetti di porfido che si sollevano continuamente, provocando anche cadute, erano opera di precedenti amministrazioni.

Il riferimento di Giovanni Cavatorta alle responsabilità di chi lo ha preceduto alla guida del Comune non mancano mai in risposta alle critiche dell’opposizione, ricordando anche durante il Consiglio Comunale di venerdì sera come le risorse per le asfaltature del vasto territorio non fossero mai state abbondanti, nemmeno in passato quando non c’era il grosso problema del Palasport da ristrutturare.

Un altro punto di discussione quello relativo all’aumento dei costi di frequenza presso le palestre sportive provinciali anche in questo caso criticato da Federici. Discutendo sulla presentazione del Dup (Documento unico di programmazione) le opposizioni (da Teveri del Movimento 5 stelle, ad Anzola, Federici e Saccani) hanno ribadito la loro insoddisfazione su quanto elencato dal primo cittadino arrivando a dire che per la maggior parte si trattava di scelte e decisioni già prese, utilizzate in questo frangente solo come un grande spot elettorale. Infine una pressante richiesta  perchè si sistemino  segnali e viabilità nell’imminenza dell’apertura del secondo lotto della Gronda Nord, mentre è stata sollecitata l’opportunità di chiedere in Regione il terzo lotto della tangenziale pena il caos cittadino causa il traffico immesso.

Non poteva mancare il riferimento alla situazione dei ponti con quello di Viadana costretto a subire il passaggio abnorme causa chiusura a Casalmaggiore: Teveri aveva chiesto di bloccare i mezzi oltre una certa portata provocando la reazione del consigliere Romano Bellini, dichiarando che in tal modo si uccideva totalmente il comparto economico.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti