Ultim'ora
Commenta

Accoglienza migranti: in molti
comuni del territorio si sforano
i numeri previsti dal Ministero

Presenze "record" nei piccoli centri come Ca' d'Andrea, Tornata e Voltido. Rispettano invece le previsioni del piano ministeriale di accoglienza: Casalmaggiore, Marcaria e Marmirolo. Sotto le previsioni Sabbioneta, Asola e Drizzona. Praticamente tutti sopra gli altri comuni interessati.

COMPRENSORIO OGLIO PO _ Quanti sono i migranti ospitati nelle strutture di accoglienza del nostro comprensorio e come sono distribuiti? Lo spiega uno studio di Eupolis, con dati relativi ad agosto 2017 forniti da Regione Lombardia, secondo il quale nel territorio dell’Oglio Po i numeri sono decisamente alti, con tantissimi comuni sopra le previsioni del Piano Migranti. Complessivamente, ad agosto 2017 in soli 178 comuni lombardi il numero dei migranti ricadeva nei limiti fissati dal piano ministeriale, mentre nei rimanenti, o non erano presenti migranti o il loro numero era differente da quanto previsto.

Il “boom” degli “sforamenti”si registra nei centri più piccoli come Ca’ d’Andrea, Tornata e Voltido. A Ca’ d’Andrea, figurano 38 migranti su una popolazione complessiva di 431 residenti, con una quota di 88,7 migranti per 1000 abitanti. A Tornata tale quota si abbassa ma rimane comunque alta, (75,92/1000) con 35 migranti su 461 abitanti. E ancora, numeri decisamente importanti per Voltido (50/1000), con 18 migranti su 359 residenti, Pessina Cremonese  (31,95/1000) con 20 su 626 abitanti, San Martino del Lago (25,11/1000) con 11 su 458. Restando nel casalasco “sforano” anche Piadena (11,29/1000) con 39 migranti su una popolazione di 3455 abitanti, Rivarolo del Re (10,68/1000) 21 su 1967 abitanti, Calvatone (9,04/1000) con 11 migranti su 1217 residenti, Martignana Po (7,44/1000) con 15 su 2017 abitanti, Scandolara Ravara (5,07/1000) con 7 su 1380, fino a Cingia de’ Botti (7,97/1000) con 10 su 1254 e San Daniele Po (7,28/1000) con 10 su 1374 abitanti.

Rispetta invece le previsioni del piano ministeriale, Casalmaggiore, con 8 migranti a fronte di una popolazione calcolata in 15376 residenti, e la quota è di 0,52/1000. Drizzona è sotto le previsioni (3 migranti su popolazione di 566).

In provincia di Mantova, nei centri del nostro territorio, i valori si abbassano ma nella maggior parte sforano sempre e comunque le previsioni. Il picco si registra a Rivarolo Mantovano che ospita nel periodo preso in considerazione, 39 migranti, con una popolazione stimata in 2584 abitanti (15,09/1000). Previsioni non rispettate con quota oltre il previsto anche per Gazzuolo (4,87) con 11 migranti su 2259, Bozzolo (3,56) 15 migranti e 4209 residenti,  Canneto sull’Oglio (4,51) con 20 migranti su 4433 abitanti, e Acquanegra sul Chiese (2,73) con 8 su 2935

Sotto le previsioni invece il numero di migranti accolti ad Asola, 5 per una popolazione di 10.093 abitanti (0,50/1000) e a Sabbioneta. Qui i migranti calcolati sono 4 su 4216 residenti (0,95).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti