Feste e turismo
Commenta

San Carlo ritorna: prima volta di Booster e misure antiterrorismo La 20esima del Cotechino

La Fiera di San Carlo, ufficialmente, durerà dal 1° al 5 novembre, con il giorno del patrono festeggiato sabato 4. In realtà vi saranno due anteprime molto significative: sabato 28 presso la chiesetta di Santa Chiara l’inaugurazione della mostra di carattere regionale su Giuseppe Diotti. Il 29 via alla stagione teatrale.

CASALMAGGIORE – E’ l’evento che Casalmaggiore attende da tempo immemore più di tutti gli altri: la fiera novembrina di San Carlo sta per tornare e proprio mercoledì mattina il programma dell’edizione 2017 è stato presentato dalla presidente della Pro Loco Cinzia Soldi, dal sindaco Filippo Bongiovanni e dall’assessore al Commercio Gianfranco Salvatore in sede Pro Loco. Tanta tradizione, certo, e una cifra tonda, quella dei 20 anni della sagra del Cotechino e del Blisgòn da festeggiare come sempre a tavola, ma anche alcune novità. Sarà, infatti, la prima fiera di San Carlo sottoposta alle vigenti norme antiterrorismo: motivo per cui da Piazza Garibaldi, cuore della fiera di San Carlo, saranno create vie di fuga verso via Favagrossa e via Porzio in caso di necessità. Torneranno, inoltre, i new jersey già visti durante l’ultima Festa della Zucca di settembre: non proprio gradita, come novità, ma necessaria e a norme di legge. Più lieta e adrenalinica invece la primizia inserita nel luna park in piazza, con uno spazio che viene lasciato ad una giostra nuova ogni anno: questa volta tocca, scelta tra 25 diverse proposte, a Booster, attrazione verticale per cuori forti che, vicino al Tagadà, un classico, verrà allestita dalla ditta Davini.

La Fiera di San Carlo, ufficialmente, durerà dal 1° al 5 novembre, con il giorno del patrono festeggiato sabato 4. In realtà vi saranno due anteprime molto significative: sabato 28 presso la chiesetta di Santa Chiara l’inaugurazione della mostra di carattere regionale su Giuseppe Diotti, dove per la prima volta si presenterà anche il nuovo Soprintendente dei Beni Culturali di Cremona, Mantova e Lodi Gabriele Barucca, oltre a esponenti del comune di Casalmaggiore con sindaco Bongiovanni e l’assessore alla Cultura Pamela Carena, a Giandomenico Auricchio per la Camera di Commercio di Cremona, a Cristina Cappellini assessore regionale alla Cultura, al curatore Valter Rosa e a collezionisti privati e prestatori pubblici e sponsor. Domenica 29 invece via alla stagione teatrale con presentazione alle ore 17 e lo spettacolo Blink Circus and Sideshow Freaks alle 18. Presso la Sala Fastassa, nell’ambito del progetto Stupor Mundi, sarà inaugurata la mostra fotografica “Viaggio in Iran” del colornese Stefano Anzola. Qualche ora prima, alle 11 di domenica in Auditorium Santa Croce, presentazione del libro “Prima del buio” di Stefano Passeri, per il quale il ricavato della vendita sarà devoluto tramite Amurt al progetto Carrello Sociale de La Rete.

La Fiera, come detto, parte il 1° novembre con l’inaugurazione alle 11.15: fino al 5 novembre sarà visitabile la mostra al Museo del Bijou sui manici d’ombrello in bachelite del fondo Rangoni-Ghezzi; la mostra pittorica in Pro Loco sarà dedicata a Paride Pasquali sul tema “Il mio paesaggio”; quella in Santa Chiara dell’associazione Famiglie di Santo Stefano alla figura di San Giovanni Bosco; quella fotografica in Auditorium, invece, come sempre sarà per i soci del Fotocine Casalasco, senza dimenticare gli scatti di Aldo Sarzi Braga sul paesaggio padano. Lo stesso Sarzi Braga sabato 4 alle 16.30 presenterà il suo libro di racconti e poesie in dialetto casalasco “La magana” in Auditorium. Altri eventi da ricordare, oltre al luna park, all’esposizione dei veicoli industriale e al mercato agro-alimentare, sono l’apertura, in collaborazione con le Guardie Ecologiche Volontarie, della Torre Littoria, il 1° e il 5 novembre, dalle 14 alle 18, con l’invito a scattare foto dall’alto e condividerle sui social all’hashtag #ilmiocasalasco, mente il fiore all’occhiello sarà la sagra del Cotechino e del Blisgòn dal 1° al 6 novembre, ecofesta con materiale biodegradabile che offrirà un pranzo agli ospiti della casa di riposo Busi negli spazi dell’ex Turati, dove il 6 novembre alle 21 si terrà la gara di briscola dedicata ad Ugo Garavaldi.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti