Politica
Commenta

Stazioni e degrado, tutto il mondo è paese: FdI-An denuncia situazione di Colorno

"Nell'area, a cui è possibile accedere senza difficoltà e che si presenta come una vera e propria discarica - spiega il coordinatore - è situato un capanno degli attrezzi, dove al suo interno è presente una grossa quantità di rifiuti (bottiglie di alcolici, gomme di auto, attrezzi da lavoro e tantissimi mozziconi di sigarette)".

COLORNO – Non c’è soltanto Casalmaggiore a vivere il degrado della stazione ferroviaria. Sulla stessa tratta che porta a Parma, sempre più frequentata dopo la chiusura del ponte stradale, anche Colorno soffre. Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Colorno con il coordinatore comunale Nicola Scillitani segnala il grave stato di degrado e abbandono in cui si trova l’area adiacente la stazione di Colorno, che una volta era utilizzata per il carico/scarico delle merci.

“Nell’area, a cui è possibile accedere senza difficoltà e che si presenta come una vera e propria discarica – spiega il coordinatore – è situato un capanno degli attrezzi, dove al suo interno è presente una grossa quantità di rifiuti (bottiglie di alcolici, gomme di auto, attrezzi da lavoro e tantissimi mozziconi di sigarette). Nella stessa area è situato un vecchio deposito merci, con la saracinesca forzata. Al suo interno rifiuti di ogni genere ed odore nauseabondo. Si chiede che Trenitalia, titolare dell’area possa intervenire e bonificare l’area nel più breve tempo possibile per evitare che tali contesti possano favorire il crearsi di zone franche di criminalità. Non è accettabile che in un paese turistico e di rara bellezza come Colorno, vi siano zone così pericolose e degradate”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti