Commenta

Casalasca, ora anche
luce e gas. Nasce il
'polo servizi' della città

Naturalmente per acqua e gas l’ufficio sarà a disposizione (martedì 9-12, giovedì 8.30-13.10 e 15.30-18.30, sabato 10-12) per tutti i 44 comuni soci di Casalasca.

CASALMAGGIORE – Un ufficio in cui è possibile – parlando direttamente col personale – affrontare i problemi di rifiuti, acqua, luce e gas. Senza l’intermediazione dei call center e la relativa perdita di tempo.

No, non è il mondo delle favole, é il nuovo servizio offerto all’interno delle proposte multitasking degli uffici di Casalasca Servizi direttamente in piazza. La novità è stata presentata stamattina (ma sarà operativa martedì) da Rosita Dellanoce, referente commerciale ASPM Soresina, Filippo Bertolotti, coordinatore generale di Casalasca Servizi, alla presenza di Gian Mario Fiorini, responsabile gestione clienti di Padania Acque, di Emanuele Cannizzo, che sarà il referente in loco del servizio luce e gas, del sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e del vice sindaco Giovanni Leoni.

Detto in parole povere: sarà offerta la possibilità a tutti i cittadini di cambiare gestore di luce e gas. Le pratiche verranno gestite direttamente dal nuovo sportello, tramite adesione ad una delle offerte che saranno illustrate a chi ne fosse interessato. Il vantaggio sarà poi quello che per ogni necessità lo stesso sportello fornirà l’assistenza necessaria senza dover passare via telefono.

“Siamo lieti di inaugurare lo sportello unico per rifiuti, acqua, luce e gas negli spazi di Casalasca, che gestirà il tutto insieme a ASPM Soresina” ha spiegato Filippo Bertolotti. Un ufficio simile era stato inaugurato a giugno a Piadena. Naturalmente per acqua e gas l’ufficio sarà a disposizione (martedì 9-12, giovedì 8.30-13.10 e 15.30-18.30, sabato 10-12) per tutti i 44 comuni soci di Casalasca.

“Metteremo a disposizione tutta la nostra professionalità per i cittadini – ha spiegato Rosita Dellanoce – non solo per l’adesione ai contratti gestendo tutte le pratiche di passaggio, ma soprattutto dopo formnendo la necessaria assistenza. Il vantaggio? Avere un interlocutore diretto sul territorio”.

“Il cittadino – ha spiegato Filippo Bongiovanni – entra ed accede ad un servizio che è anche suo per cui, sul servizio l’ufficio risponderà direttamente non solo al Comune, che possiede il 51% di Casalasca, e agli altri comuni soci, ma direttamente agli stessi cittadini. Ma vorrei sottolineare anche la strategicità di un punto di assistenza collocata in quella che ben presto diventerà una palazzina di servizi. L’ASST tempo qualche mese al massimo, trasferirà qui ambulatori e CUP presenti attualmente in via Porzio. Questo diventerà un punto di riferimento e di rilevanza strategica”.

Nel raggio di pochi metri, in pieno centro, si potranno trovare i servizi tributi, rifiuti, acqua, luce, gas e ASST con ambulatori e CUP. Dall’altra parte della piazza i servizi comunali. Tutto concentrato in un unico polo ideale, e senza perdite di tempo. Un vantaggio per tutti i cittadini per il quale l’amministrazione ha lavorato di concerto con tutti gli enti coinvolti.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti