Commenta

Silvio Perteghella: "Pot
a Viadana, solo
fumo negli occhi"

Quali garanzie vengono offerte in termini di durata del servizio Pot nel tempo se il personale infermieristico è a tempo determinato, non ci sono concorsi in vista e i medici di base che sono stati individuati sono prossimi alla pensione?

VIADANA – Pot? Solo fumo negli occhi. Permangono grossi problemi ed il futuro è tutt’altro che una certezza. Così scrive Silvio Perteghella: “Il Pot è un servizio geriatrico ‘povero’. La lungodegenza è un vero e proprio reparto ospedaliero. Inoltre i medici di base che potrebbero accettare lo spostamento presso i locali ex ospedale sono soltanto 3 e tutti prossimi alla pensione. Non è stato presentato alcun piano economico utile a verificare gli impegni di spesa per l’acquisto della diagnostica e per l’assunzione di personale attraverso concorso pubblico. O hanno dipendenti in più al Poma? Il personale infiermeristico e oss sarà a tempo determinato. I posti letto saranno 30 ma di minor costo perché il servizio si riduce. Il personale occupato a tempo determinato sarà di numero inferiore rispetto a quello impiegato attualmente. Quali garanzie vengono offerte in termini di durata del servizio Pot nel tempo se il personale infermieristico è a tempo determinato, non ci sono concorsi in vista e i medici di base che sono stati individuati sono prossimi alla pensione? Più che un pot si stanno sponsorizzando delle ‘pot…nate’. Zero fisioterapisti uguale zero riabilitazione uguale zero lungodegenza. Gli anziani che avranno bisogno di riabilitazione dovranno andare a San Giovanni in Croce. Non è una questione di maggioranza o minoranza ma di qualità del servizio offerto che si riduce e di interessi del territorio che non vengono difesi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti