Commenta

M5S sul Pot a Viadana:
"Vogliamo vederci più chiaro
su programmazione e risorse"

Fiasconaro: "C'è da chiarire che programmazione vogliamo dare all'offerta sanitaria del territorio: non dimentichiamoci che attualmente la programmazione regionale prevede solo il Pot di Bozzolo e dopo diversi anni la questione è ancora in sospeso".

VIADANA – Dibattito più che mai aperto sul Pot. A entrare nel merito è anche il locale Movimento 5 Stelle Viadana e Andrea Fiasconaro Consigliere M5S Lombardia: “Ok all’ipotesi del Presidio Ospedaliero Territoriale a Viadana perché rilancerebbe il nostro territorio in un’ottica di miglioramento del servizio sanitario locale e potrebbe fare da sponda all’ospedale di Vicomoscano del distretto Oglio Po.  Lo stesso nostro programma elettorale comunale prevedeva il rilancio del vecchio ospedale con l’apertura di trattative con la Regione ma sappiamo bene che servono risorse, anche perché l’ambito sperimentale Oglio Po non ha un’autonomia finanziaria. Al momento però rimane poco più di un progetto, a pochi mesi dalle elezioni regionali, per questo prima di esprimerci definitivamente attendiamo qualcosa di concreto, chiedendo inoltre l’assoluta salvaguardia dei posti di lavoro e il mantenimento del servizio della lungodegenza. C’è da chiarire che programmazione vogliamo dare all’offerta sanitaria del territorio: non dimentichiamoci che attualmente la programmazione regionale prevede solo il Pot di Bozzolo e dopo diversi anni la questione è ancora in sospeso. Programmazione e finanziamenti: ci aspettiamo pertanto di vederne laconcretizzazione nel bilancio regionale di dicembre affinché i soldi arrivino e che le parole si traducano in fatti – conclude la nota del M5S – . Rimane comunque aperta una questione relativa al progetto di un Hospice che avrebbe dovuto sorgere a ridosso dell’Ospedale Oglio Po ma che al momento sembra essere stato messo da parte. Insomma, vogliamo vederci più chiaro e vogliamo capire fino in fondo obiettivi concreti, che visione d’insieme c è per lo sviluppo dell’offerta sanitaria del territorio e che finanziamenti sono previsti.”

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti