Commenta

San Martino, torna nel weekend
la storica fiera: tra gli eventi
anche la mensa a offerta

Da qualche anno viene organizzata anche “la Mensa di San Martino”, un pranzo tradizionale, sobrio e aperto a tutti. Funziona come una vera e propria mensa, dove con il proprio vassoio ci si mette in fila e si prende quello che viene offerto dalle associazioni e dalle attività locali. Ogni persona poi lascia con molta libertà, un’offerta.

SAN MARTINO DALL’ARGINE – Ritorna la pluricentenaria Fiera di San Martino che si tiene a San Martino dall’Argine. Citata già nel 1538 e fu concessa da Pirro Gonzaga. Tradizionale fiera del mercato del bestiame, ora si è trasformata in fiera mercato. Tradizionalmente si teneva l’11 novembre, in tempi moderni si svolge la seconda domenica di novembre, durante l’ormai celebre “Estate di San Martino”.
Tanti gli eventi in programma, tra cui spicca il grande mercato domenicale, con oltre 60 bancarelle e la tanta gente che si affretta a comprare gli indumenti e la biancheria per l’ormai imminente inverno.
Tra gli eventi “gastronomici” salta all’occhio la serata di sabato, con la cena della tradizione contadina organizzata dalla Proloco: piatti tipici autunnali con intrattenimento musicale nel gazebo coperto e riscaldato. La domenica è immancabile il tradizionale gazebo dell’AVIS, che da anni “sforna” castagne, vin brulè e ceci a non finire. Non mancheranno inoltre il gioco delle noci e la degustazione di cicciole e cotechino.

Da qualche anno viene organizzata anche “la Mensa di San Martino”, un pranzo tradizionale, sobrio e aperto a tutti. Funziona come una vera e propria mensa, dove con il proprio vassoio ci si mette in fila e si prende quello che viene offerto dalle associazioni e dalle attività locali. Ogni persona poi lascia con molta libertà, un’offerta. È un’iniziativa voluta per valorizzare il famoso gesto, rimasto impresso nella storia: il taglio del mantello per il mendicante da parte di San Martino di Tours che conferisce il nome al nostro paese. Con questo momento di ritrovo, la nostra comunità vuole emulare quel gesto di solidarietà, con i suoi volontari, con le associazioni e con le attività locali. Ogni anno il ricavato è interamente devoluto in beneficenza.

Ma non mancheranno anche eventi culturali di rilievo, come il concerto del MANTVA FLUTE QUARTET o come la presentazione del libro “45mo Anniversario 1972-2017” del Cenacolo Dialettale Mantovano “Al Fogolèr”, con letture di poesie dialettali. Entrambi gli eventi, così come la tradizionale messa di San Martino, si terranno in Chiesa Castello. La giornata di sabato 11 novembre, inoltre, sarà costellata di tanti piccoli eventi: l’inaugurazione del nuovo Centro Zero50, il Fantavegro, un laboratorio creativo per bambini, e il piccolo circo di Algide Cervi. Durante la Fiera non mancheranno ovviamente tutti i tipi di giostre. Una Fiera ricca di eventi insomma. Ne parla il sindaco Alessio Renoldi: “Ogni anno cerchiamo di organizzare al meglio questa antichissima Fiera. Per anni è andata in calando, sempre meno ambulanti, poche iniziative. Stiamo faticosamente cercando di risollevarla, secondo noi ha ancora molto da dare”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti