Commenta

Distretto Bio del Casalasco
Viadanese: primo evento allo Ial
Ragazzi cuochi e grande successo

L’idea è quella, passata dalla serata di sabato ma anche da futuri appuntamenti di questa collaborazione partita dalla creazione, da parte degli studenti dello Ial, del logo del distretto, di spiegare ai giovani cosa sta dietro un piatto, sia esso della tradizione o più elaborato e figlio anche della creatività moderna.

VIADANA – La prima tappa pubblica, dopo la presentazione, del neonato Distretto Biologico del Casalasco-Viadanese è andata in scena sabato sera allo Ial di Viadana. Ed è stata un vera successo: 60 i posti previsti, ma i coperti serviti sono stati anche di più.

L’idea è quella, passata dalla serata di sabato ma anche da futuri appuntamenti di questa collaborazione partita dalla creazione, da parte degli studenti dello Ial, del logo del distretto, di spiegare ai giovani cosa sta dietro un piatto, sia esso della tradizione o più elaborato e figlio anche della creatività moderna. A prendere parte alla serata, oltre ai ragazzi, protagonisti in cucina di un menù davvero particolare e apprezzato (con tanto di torta finale), anche i rappresentanti del Distretto Bio e coloro che nel tempo vorranno iscriversi e aderire allo stesso. “La volontà – spiega Valter Cavalli – è quella di aiutare questi giovani a studiare il prodotto, a esaltarne le caratteristiche e a cucinare in seguito grazie a queste conoscenze”. I prodotti, non a caso, sono stati offerti da alcune delle venti aziende che, ad oggi, completano il Distretto Biologico.

Questo il menù servito: come antipasti luadèl con salumi, tortino di zucca con salsa di taleggio e zafferano e mosto d’uva; come primo crespelle con farina di castagne e radicchio rosso; come secondo guanciale di manzo in gremolata con gocce di polenta di provolone e in alternativa per vegetariani spezzatino di soia e ceci, poi formaggio con mostarde; come dolce bavarese alle pere con crema di cachi. Il tutto accompagnato da vini Ortrugo Colli Piacentini Cantina Lusenti, Merlot Cantina di Ponti sul Mincio, Ancellotta fresca di botte Corte Pagliare Verdieri di Commessaggio.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti