Commenta

Pomì, ciao Abbondanza
Panchina a Lucchi: primo
esonero rosa in serie A1

Tocca a Lucchi, che Abbondanza aveva voluto come suo vice per gestire il periodo in Canada con la Nazionale Canadese che avrebbe tenuto lontano da Casalmaggiore il tecnico ex Villa Cortese e Fenerbahce, risollevare Casalmaggiore a cominciare da domenica contro Il Bisonte Firenze.
Una foto simbolica: a inizio stagione Lucchi e Abbondanza studiano il programma di allenamento. Oggi sembra un passaggio di testimone

CASALMAGGIORE – Da lunedì sera Marcello Abbondanza non è più l’allenatore della Pomì Casalmaggiore. Si attende ancora il comunicato ufficiale del club rosa, ma la notizia, che ormai circolava con insistenza dopo il ko pesante contro Pesaro, il quarto in cinque giornate di campionato, ha trovato conferma proprio lunedì sera, mentre il mondo sportivo era “distratto” dalla storica eliminazione dell’Italia del calcio dal Mondiale.

Abbondanza lascia la sua panchina a Cristiano Lucchi, suo vice e oggi promosso a head coach: singolare il destino per i due tecnici di Cesenatico, legati da stima e amicizia, che però alla Pomì hanno vissuto questo strappo, figlio – pare – di una diverse visione delle metodologie anche di allenamento, che Abbondanza avrebbe cambiato notevolmente dopo il suo avvento a inizio ottobre. Tocca a Lucchi – che Abbondanza aveva voluto come suo vice per gestire il periodo in Canada con la Nazionale Canadese, che ha tenuto lontano da Casalmaggiore il tecnico ex Villa Cortese e Fenerbahce – risollevare la Pomì a cominciare da domenica contro Il Bisonte Firenze.

Proprio Lucchi martedì dirigerà il suo primo allenamento in Baslenga dopo questa decisione: restano da capire i dettagli, ossia se Abbondanza sia stato esonerato, se si sia dimesso o se si tratti di una risoluzione consensuale. I dettagli usciranno probabilmente nell’atteso comunicato stampa societario. Per la Pomì è il primo esonero in A1: l’ultimo, nell’ultimo anno in A2, fu l’avvicendamento tra Gianfranco Milano e Claudio Cesar Cuello nella stagione 2012-2013 poi chiusa dal ripescaggio in massima serie dopo la finale playoff persa contro Ornavasso.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti