Commenta

Viadana, “Massima disponibilità
M5S a mozione congiunta per
stato emergenza nazionale ponti”

Stefano Capaldo: "Chiediamo al presidente del consiglio comunale Gualerzi e al sindaco di Viadana Cavatorta di convocare con urgenza un consiglio comunale per discutere e approvare tutti insieme una mozione analoga a quella deliberata ieri sera dal consiglio comunale di Casalmaggiore, in cui si chieda a Regione Lombardia di sollecitare il Consiglio dei Ministri a dichiarare lo stato di emergenza nazionale".

VIADANA – In una nota stampa il gruppo di lavoro del M5S Viadana, tramite l’attivista Stefano Capaldo, ha fatto sapere che il gruppo darà massima collaborazione per approvare nel minor tempo possibile anche a Viadana una mozione per lo stato di emergenza nazionale. “Come gruppo M5S Viadana accogliamo e appoggiamo favorevolmente la richiesta di unità d’intenti fra tutte le forze politiche e civiche del territorio, per dare ognuno il proprio contributo costruttivo in merito all’ emergenza infrastrutturale dei ponti sul Po e sulla viabilità del comprensorio Oglio Po, come emerso anche  ieri sera dal consiglio comunale di Casalmaggiore. 
Per questo chiediamo al presidente del consiglio comunale Gualerzi e al sindaco di Viadana Cavatorta di convocare con urgenza un consiglio comunale per discutere e approvare tutti insieme una mozione analoga a quella deliberata ieri sera dal consiglio comunale casalasco, in cui si chieda a Regione Lombardia di sollecitare il Consiglio dei Ministri a dichiarare lo stato di emergenza nazionale. Chiediamo che durante la seduta consiliare possano intervenire anche i presidenti delle province di Mantova e Reggio Emilia, il presidente del comitato Trenopontetangenziale, il sindaco di Boretto, il sindaco di Casalmaggiore e tutte le istituzioni e i tecnici che l’amministrazione riterrà opportuno coinvolgere per un dibattito costruttivo e concreto. 
Noi ci siamo, in questa fase storica non serve solo ricostruire ponti di cemento o di acciaio, ma soprattutto ponti di unità d’intenti concreti al di là delle ideologie politiche per il nostro territorio Oglio Po considerato da troppo tempo la periferia della Lombardia”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti