Economia
Commenta

Casalmaggiore, saluta un pezzo di storia: dopo 31 anni chiude "Videohit"

“Svendo tutto per cessata attività: sono cambiati i tempi e il noleggio o la vendita dvd è entrata in crisi da un po’: ci ho provato ma adesso è finita”. Intanto a Casalmaggiore cessa l’attività, in piazza Garibaldi, anche il negozio di abbigliamento “Da Cristina”: in questo caso l’esercente va in pensione.

CASALMAGGIORE – “Ho aperto nel 1986, ma adesso con le nuove televisioni a pagamento e i nuovi servizi forniti anche on line, mi arrendo: è finita”. A parlare è Angelo Romanelli, per 31 anni anima di Videohit. “Sono stato uno dei primi ad aprire con il commercio delle vhs, e sono uno degli ultimi a chiudere in un settore, quello della vendita di dvd, che è ormai al tramonto”.

Per 31 anni Videohit è stato un punto di riferimento, pur avendo cambiato quattro volte sede, per i casalesi che volevano regalarsi una serata “da cinema” ma in casa propria: noleggiando prima le videocassette poi, col passaggio epocale dettato dal mercato, i dvd, magari non più economici ma di sicuro capaci di occupare molto meno spazio e di alzare soprattutto la qualità video, senza scordare l’altra rivoluzione, forse meno “copernicana”, del blu-ray. Romanelli aprì Videohit nel 1986 in via Romani: “Era estate, giugno, lo ricordo benissimo perché era l’anno dei Mondiali di Maradona, vinti poi dall’Argentina”.

Nel 1987, dopo appena sette mesi, il passaggio in Galleria Gorni, dove Videohit è rimasto fino al 1992. Poi il trasferimento in via Porzio, per diverse generazioni di casalesi la sede storica e di certo la più longeva. Lì il negozio è rimasto fino al 2009, quando è passato in via Cavour. Ora la decisione della chiusura. “Svendo tutto per cessata attività: sono cambiati i tempi e il noleggio o la vendita dvd è entrata in crisi da un po’: ci ho provato ma adesso è proprio finita”. Intanto a Casalmaggiore cessa l’attività, in piazza Garibaldi, anche il negozio di abbigliamento “Da Cristina”: in questo caso la motivazione è diversa. L’esercente, infatti, va in pensione.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti