Ultim'ora
Commenta

Spineda, la testimonianza
di Francesco, il seminario
come scelta di vita

"Confesso" ha continuato il giovane " che non si tratta di un cammino facile perchè è come trovarsi su un sentiero di montagna su cui ti inoltri con entusiasmo ma quando cominci a sentire la fatica sei tentato di fermarti

SPINEDA – Nel labirinto di nefasti e negativi accadimenti dentro cui la società sembra essersi perduta giungono a volte come un elisir rinfrancante alcune notizie confortanti. Domenica mattina a Spineda, al termine della tradizionale Messa della domenica, don Ernesto Marciò ha presentato un ragazzo di 22 anni di nome Francesco che ha fatto la scelta di diventare seminarista.

“Oggi, nella giornata dedicata a noi sono lusingato di parlare della mia esperienza. Una missione intitolata “Chiamati e mandati” che racchiude bene il significato di quello per cui giovani come me hanno ricevuto questa vocazione”.

“Confesso” ha continuato il giovane ” che non si tratta di un cammino facile perchè è come trovarsi su un sentiero di montagna su cui ti inoltri con entusiasmo ma quando cominci a sentire la fatica sei tentato di fermarti e tornare indietro. Ma una voce dentro ti invita a continuare e quando arrivi in cima ti trovi davanti ad uno spettacolo incantevole e straordinario”.

Francesco ha anche informato che attualmente il Seminario di Cremona comprende 23 seminaristi, cinque in più dei 17 precedenti. Un bel risultato che conforta e incoraggia dando linfa vitale ad una categoria che sembrava patire una forte crisi vocazionale oltre a garantire il ricambio e l’aiuto a preti e sacerdoti alle prese con tante parrocchie sulle loro spalle.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti