Commenta

L'atrio dell'Oglio Po diventa
auditorium: venerdì Concerto
di Natale aperto a tutti

Dalle 15.30 esibizione dell'Orchestra Mousikè diretta dal maestro Gianluigi Bencivenga. “Il concerto di venerdì rappresenta un’occasione importante per esprimere riconoscenza a chi ha cura dell’Oglio Po e a chi a questo ospedale si rivolge per ricevere cure - spiega Camillo Rossi Direttore Generale dell’ASST di Cremona.

CASALMAGGIORE _ Venerdì 15 dicembre, alle 15.30, l’Orchestra Mousikè – diretta dal maestro Gianluigi Bencivenga – si esibirà nell’atrio principale dell’Ospedale Oglio Po.  E’ la prima volta che accade. L’Ospedale si fa auditorium e ospita un concerto di Natale dedicato a tutti gli operatori sanitari, ai pazienti, ai loro familiari; alle associazioni di volontariato, ai cittadini che desiderano partecipare, alle istituzioni del territorio. Invito a partecipare esteso anche ai protagonisti della “Salute è un bene prezioso”, l’iniziativa di prevenzione 2017 dedicata alle donne, promossa dal Comune di Viadana e Casalmaggiore, che ha coinvolto molti partner del mondo dell’imprenditoria locale e ha visto un’altissima partecipazione della cittadinanza con un livello di soddisfazione ottimale. L’ingresso è libero e gratuito.

“Il concerto di venerdì rappresenta un’occasione importante per esprimere riconoscenza a chi ha cura dell’Oglio Po e a chi a questo ospedale si rivolge per ricevere cure – spiega Camillo Rossi (Direttore Generale dell’ASST di Cremona). Offre l’opportunità di ringraziare chi si spende per la sua salvaguardia e per la sua crescita, chi ogni giorno mette a disposizione la propria competenza e umanità per il bene dell’altro. Per questo durante il concerto saluteremo i dipendenti che quest’anno sono andati in pensione e consegneremo le borse di studio ai figli dei dipendenti che si sono distinti per merito negli studi. Gesti simbolici, che mostrano attenzione per una comunità che ha cura della persona, in ogni senso e in ogni ruolo. Invitare gli studenti dell’Orchestra Mousikè, giovani e appassionati musicisti, ad esibirsi all’interno di una struttura ospedaliera – conclude Rossi – ha un valore educativo e civile peculiare: è in questo modo che un ospedale e i servizi territoriali si fanno luoghi autentici, identitari, divenendo così parte integrante del tessuto sociale”.

L’Orchestra Mousikè è un progetto sostenuto dal Settore Politiche Educative della Famiglia del Comune di Cremona, dalla Fondazione Stauffer, dalla Scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale “Vida” di Cremona. Nata nel 2006 come laboratorio orchestrale, oggi è una realtà di elevato spessore artistico e musicale che vede coinvolti più di 70 ragazzi, dagli otto ai diciotto anni di età, con un ricambio annuale che la rende dinamica e sempre diversa. E’ un’esperienza formativa e educativa che aiuta i ragazzi a crescere nella propria identità.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti