Ultim'ora
Un commento

Meticcio vaga ferito lungo
la via Mantova, tanti lo
vedono, solo uno si ferma

Di mezzi ne erano passati altri. Tante persone, meno umane di quel piccolo cane, a cui non è neppure venuta voglia di fermarsi a prestare aiuto nonostante lo si vedesse che era un animale bisognoso

PIADENA – Aveva la catena al collo ed il moschettone conficcato in una zampa. E così lo hanno trovato, ieri sera verso le 20, che vagava sulla via Mantova, all’altezza di Piadena. Vagava da un po’, in prossimità di un campo e chi lo ha notato e si è fermato senza esitare, Denny Crema da Drizzona, lo ha visto prima barcollare sul ciglio della strada e poi stramazzare nel fosso dopo il passaggio di un mezzo pesante che lo aveva sfiorato.

Di mezzi ne erano passati altri. Tante persone, meno umane di quel piccolo cane, a cui non è neppure venuta voglia di fermarsi a prestare aiuto nonostante lo si vedesse che era un animale bisognoso di essere aiutato. Lo ha soccorso un ragazzo, prendendolo dal fosso e portandolo al Canile la Cuccia e il nido dove è scattata l’operazione di soccorso.

Il cane è un meticcio, dall’età presunta di circa due anni, è stato immediatamente soccorso con l’interessamento dell’ATS. E’ un cane molto docile di carattere, il sospetto è che venisse tenuto a catena e che sia riuscito a liberarsene in una qualche maniera staccandola dal supporto e trascinandosela dietro.

Il moschettone però gli si è conficcato nella carne, tanto stamattina è stato rimosso in maniera chirurgica e dopo sedazione. Attualmente il trovatello è ricoverato alla clinica veterinaria di Madignano, dopo autorizzazione del veterinario dell’ATS.

Deve la sua vita a quel ragazzo che ha deciso di fermarsi. Avrebbe potuto perderla per il disinteresse di tutti coloro che lo hanno visto decidendo di tirare dritto: un comportamento comune che troppo spesso si osserva sulle strade. Un comportamento inqualificabile, che rende l’uomo ancora meno umano del cane.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti