Commenta

Guerra alle nutrie, Bellini:
"Viadana partita tardi ma ha
avuto uno dei risultati migliori"

"Il comune di Viadana, pur partendo tardi con le catture per problemi burocratici, è riuscito in soli cinque mesi ad abbattere 1086 nutrie regolarmente smaltite" spiega Bellini.

VIADANA – Giovedì pomeriggio presso la Provincia di Mantova si è svolta una riunione informativa riguardante il piano triennale di eradicazione della nutria: il dato più importante da evidenziare è che gli abbattimenti rispetto all’anno precedente sono raddoppiati e infatti si è passati siamo passati da 14.000 esemplari abbattuti nel 2016 a 27.000 nel 2017. “Voglio sottolineare – spiega Romano Bellini, consigliere comunale di Viadana – che questi risultati sono arrivati dopo alcune modifiche fatte all’interno del piano triennale provinciale grazie anche ad alcuni suggerimenti segnalati dal comune di Viadana. Purtroppo si è anche evidenziato che vi sono ancora tantissimi comuni mantovani che, non attuando il piano provinciale, fungono così da zone di ripopolamento rispetto ai comuni limitrofi che invece attuano con impegno le catture dei roditori”.

Durante la riunione è stato anche menzionato che Provincia di Mantova rimborserà ai comuni un contributo pari a 1.86 euro per capo regolarmente smaltito: soldi che arrivano ai comuni grazie ai contributi che Regione Lombardia eroga alla provincia di Mantova. “Il comune di Viadana, pur partendo tardi con le catture per problemi burocratici, è riuscito in soli cinque mesi ad abbattere 1086 nutrie regolarmente smaltite, portando a casa anche un bel elogio dai responsabili provinciali – spiega Bellini – . Infatti Viadana risulta tra i primi comuni come abbattimenti, dimostrazione che con un ottimo coordinamento e mettendo a disposizione degli operatori un po’ di risorse si può arrivare a numeri importanti. Nei prossimi giorni il comune ripartirà con le squadre che operano con l’uso dell’arma da fuoco, cercando così numeri ancora più importanti per l’anno 2018: voglio ringraziare tutti gli operatori che si sono impegnati nel corso di quest’anno per arrivare a questo risultato, oltre che all’agente ittico venatorio Andrea Caleffi per la professionalità e disponibilità che dimostra giornalmente svolgendo il proprio lavoro”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti