Commenta

Contro la crisi da sovra
indebitamento: ok del Ministero
a progetto con Marcaria capofila

Si tratta di un nulla osta formale, necessario per far proseguire il progetto, che coinvolge Marcaria come comune capofila, ma anche Poggio Rusco e Castiglione, con Sustinente e Borgo Virgilio che si sono successivamente aggiunti.
Nella foto il comune di Marcaria e il sindaco Malatesta

MARCARIA – Con estrema soddisfazione il sindaco di Marcaria Carlo Alberto Malatesta ha comunicato nelle scorse ore alla stampa e alla cittadinanza l’esito positivo della richiesta, inoltrata al Ministero della Giustizia, di iscrizione dell’Organismo Mantovano di Composizione della Crisi da Sovraindebitamento alla Sezione B del registro degli organismi deputati a gestire i procedimenti di composizione della crisi da sovra indebitamento, di cui all’art. 4 del DM 202/2014, al numero progressivo 142.

Si tratta di un nulla osta formale, necessario per far proseguire il progetto, che coinvolge Marcaria come comune capofila, ma anche Poggio Rusco e Castiglione, con Sustinente e Borgo Virgilio che si sono successivamente aggiunti: in buona sostanza uno strumento di prevenzione e incoraggiamento per chi voglia intraprendere una nuova attività, ma anche un aiuto concreto a imprese e cittadini. Molteplici le possibilità di utilizzo: l’accordo col creditore potrebbe proporre un piano di rientro che preveda anche lo stralcio di alcuni crediti. Oppure, nel caso dei consumatori, la possibilità che il giudice valuti, caso per caso, la fattibilità del piano stesso di rientro, valutando varie soluzioni come una moratoria, un allungamento dei crediti o anche uno stralcio. Il progetto venne presentato a Mantova il 29 settembre scorso: ora, con Marcaria capofila, può entrare nel vivo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti