Commenta

Cara Pomì, così sei
da playoff: 3-1 a Firenze,
giochi post season riaperti

La squadra di Lucchi vince bene nell'ultima chiamata per i playoff, superando Firenze nei momenti caldi dei primi due set e poi reagendo alla grande nel quarto. Bisonte ora agganciato, così come l'ottavo posto.

VBC POMI’ CASALMAGGIORE – IL BISONTE FIRENZE: 3-1 (25-22 / 26-24 / 16-25 / 25-17)

Vbc Pomì: Martinez 9, Napodano, Sirressi (L), Balkestein-Grothues 3, Guiggi 13, Starcevic 14, Drews 12, Guerra, Zago 1, Lo Bianco 3, Stevanovic 10, Rondon. Non entrate: Zambelli. All. Lucchi-Bonini

Bisonte: Sorokaite 11, Alberti 7, Santana 16, Di Iulio 2, Parrocchiale (L), Ogbogu 10, Milos Prokopic, Tirozzi 14, Dijkema. Non entrate: Alberti, Bonciani, Pietrelli. All. Caprara-Cervellin

CREMONA – Doveva essere una vittoria per la Pomì e così è stato. Le ragazze di coach Lucchi vincono 3-1 contro il Bisonte Firenze degli ex Gianni Caprara e Valentina Tirozzi nella sesta giornata di ritorno della Samsung Galaxy Volley Cup Serie A1 Femminile davanti a 2581 spettatori.

Primo set. La prima frazione parte sostanzialmente in equilibrio, Drews pareggia i conti 3-3. Firenze spinge ma la Pomì c’è e Martinez pareggia ancora una volta i conti con una diagonale, 6-6, e poi Capitan Stevanovic accende la freccia del sorpasso 7-6. Il primo ace della gara lo sigla proprio Valentina Tirozzi che porta il Bisonte sul 8-7. E’ Starcevic questa volta a trovare la parità, palla morbida e 11-11. Il pallone di Drews finisce a rete, così coach Lucchi chiama il primo time out della gara: 14-11 Bisonte. Si torna a giocare ed è Martina Guggi ad accorciare: 12-14. Santana trova prima il pallone del 15-13 e poi con un bell’attacco fa 16-13. Il muro ospite blocca una pipe di Martinez e coach Lucchi è costretto ad usare il secondo time out a disposizione: 17-13 Bisonte. Si ritorna in campo ed è una fast di Guiggi a mettere il pallone per terra: 14-17. Diagonale devastante di Martinez che tiene attaccata la Pomì al set, 17-20. Drews mette a terra due palloni consecutivi e porta la Pomì a -2, 19-21 e coach Caprara chiama time out. E’ un attacco fiorentino che finisce fuori a ristabilire la parità, 21-21, ma Starcevic porta le rosa avanti, 22-21: time out Bisonte. La Pomì c’è, prima Drews e poi Stevanovic danno 24-21. E’ ancora il capitano rosa a mettere a terra il punto e a chiudere la prima frazione 25-22. Top scorer: Guiggi e Stevanovic 4, Santana 8.

Secondo set. Anche la seconda frazione viene giocata sull’equilibrio, mani-fuori di Martinez e 4-4. E’ Guiggi a portare avanti le rosa con una fast, 5-4. Sorokaite scende per un leggero infortunio al piede, sale Di Iulio e subito sigla il punto dell’8-7, ma è il muro di Stevanovic a ristabilire la parità 8-8. Tirozzi spinge e sigla il 13-10 Bisonte così coach Lucchi chiama time out. Prima Drews e poi un’infrazione a rete di Santana riportano la Pomì in parità 13-13. Bella diagonale di Martinez che buca la difesa ospite e fa 15-15. Firenze spinge ma Drews tiene le sue attaccate al set, parallela e 17-18. Pipe di Santana e muro di Guiggi, 20 pari time out Firenze. Coach Lucchi inverte la diagonale e Martinez mura Tirozzi: sorpasso 21-20. Primo attacco di Zago ed è subito punto, 22-20, time out per coach Caprara. Casalmaggiore spinge ed è Martinez a chiudere 26-24. Top scorer: Martinez 5, Santana 5.

Terzo set. Inizio fotocopia degli altri due set, Guiggi con una fast dal pallone lunghissimo fa 4-5 e Martinez pareggia i conti in pallonetto. Bella prima intenzione di Lo Bianco che fa 6-6. Starcevic tira fuori dal cilindro una gran diagonale e fa 10-11 e Martinez pareggia i conti 11-11. Valentina Tirozzi trova un ace che fa 13-11 Bisonte e coach Lucchi chiama time out. Leggero infortunio per Martinez, sale Anastasia Guerra sul 14-11 Bisonte. La Pomì prova a rimanere nel set e Stevanovic fa 14-17. Firenze però continua a spingere con attacchi e le battute di Santana, Sorokaite fa 20-14. Coach Lucchi inverte nuovamente la diagonale inserendo Zago e Rondon. Il Bisonte però ne ha di più in questa frazione e chiude il set 25-16. Top scorer: Starcevic 3, Sorokaite 6

Quarto set. Il Bisonte parte avanti 2-0 ma Stevanovic accorcia le distanze. Firenze spinge e Tirozzi trova il 6-2, time out Pomì. Ma Casalmaggiore non demorde e Grothues mette a terra il pallone del 5-6. “Sberlona” di Stevanovic che impatta su Parrocchiale e pareggia i conti 7-7. Il sorpasso rosa è di Drews che mette un pallone sulla linea in diagonale, 9-8, ma Sorokaite sfrutta il piano di rimbalzo del muro, 9.9. Magia di Starcevic che trova il vertice lungo e sigla il 13-11. Muro di Starcevic su attacco di Santana, 15-11 e time out Firenze. Casalmaggiore continua la sua corsa, fast di Guiggi e 19-13. Cannonata di Drews e 20-14 Pomì. E’ una bella Pomì, spinge e lotta, così una fast di Guiggi chiude il set 25-17 e il match 3-1!

MVP: Ana Starcevic

“E’ stata una partita difficile – dice capitan Jovana Stevanovic – il Bisonte ha giocato una bella partita, noi abbiamo fatto tanti errori sia in battuta che su palloni facili che non abbiamo chiuso bene. Ma alla fine abbiamo portato a casa questa importantissima vittoria, questi tre punti vitali per noi. Dobbiamo essere più sicure nel campo, cin alcuni momenti chiudiamo troppo in fretta alcuni punti e perdiamo di lucidità, ma ora sappiamo quello che dobbiamo fare. Siamo lì, ci crediamo”.

“Sono soddisfatto, è inutile dirlo – dice coach Cristiano Lucchi – era la nostra finale e l’abbiamo vissuta come andava fatto. La cosa che mi fa particolarmente piacere è che ho visto reagire la squadra nel primo set. In questo campionato “non è da noi” tra virgolette recuperare in quel modo un set, anzi ultimamente il nostro approccio dopo il 18-19 era troppo fragile e debole ed invece oggi abbiamo dimostrato di crederci, di esserci, di non mollare. Chi è entrato dalla panchina ha dato una grossissima mano e questa tenuta mentale deve essere un grosso passo in avanti su quelle che sono state le nostre difficoltà fino ad ora, cioè lavorare bene ma perdersi nei finali di set. Abbiamo mantenuto una grande lucidità nel secondo, facendo bene quello che avevamo preparato a video, dobbiamo ancora migliorare su questa defaiance che ci capitano su alcune situazioni troppo facili, perchè, come dico sempre alle ragazze, perdiamo i set su situazioni troppo banali come una free ball che cade o una palla alzata male nel momento sbagliato, coperture non fatte, troppi errori in battuta non forzata… Sono tutte situazioni sulle quali dobbiamo lavorare e crescere, ma crescere in partita. Quello che chiedo alle ragazze è crescere in partita perchè in allenamento le cose vengono fatte bene: dobbiamo farle in gara perchè ci stanno rimanendo troppo poco per tutto il lavoro che facciamo in palestra. Abbiamo fatto un grosso passo in avanti nella tenuta mentale nel primo set. Nel terzo invece ci siamo perse troppo su situazioni troppo banali in cui una squadra come noi non può perdersi. Nel quarto invece brave a reagire, eravamo partite male nella falsariga delle cose sbagliate nel terzo, invece brave a cancellarle e a rientrare in partita e a portare a casa set e match. Un grosso complimento a tutta la squadra perchè c’è stato bisogno di tutti. Non mi stancherò mai di dirlo, questa è una squadra che ha bisogno e avrà sempre bisogno di tutte”.

“Siamo ovviamente molto rammaricati – dice il coach del Bisonte Giovanni Caprara – soprattutto per i primi due set perchè le stavamo controllando poi ci siamo inceppate in una rotazione. Anche nel secondo eravamo avanti poi ci siamo fatte recuperare. Oggi abbiamo avuto qualche difficoltà in attacco rispetto alle ultime uscite in cui invece avevamo fatto molto bene, un po’ per merito delle avversarie un po’ per demerito nostro, soprattutto per demerito nostro. Il nostro muro-difesa lavora male, siamo ancora indietro su questo aspetto..non sono per nulla contento di questo. Abbiamo delle grosse difficoltà tattiche e tecniche ed è lì su cui dobbiamo concentrarci. Il problema dell’attacco di oggi mi auguro sia stato una parentesi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti