Commenta

Casalmaggiore olimpica:
il 9 febbraio sfilata con
i campioni e il tedoforo Fattori

Il 10 la fiaccola, invece, avrà uno scopo benefico: sabato chi vorrà, infatti, dalle 16.30 alle 19.30 presso Sportime, potrà scattare una foto ricordo con la fiaccola versando una piccola offerta. Questa verrà poi devoluta all’associazione Il sorriso di Mietta.

CASALMAGGIORE – Sarà una festa olimpica, con chi le Olimpiadi le ha vissute in prima persona: quattro in tutto a Casalmaggiore e nel Casalasco. Tre atleti, di cui due addirittura medaglie d’oro, nel canottaggio, Gianluca Farina a Seoul 1988 e Simone Raineri a Sidney 2000, senza scordare il velocista Fausto Desalu che ha corso a Rio 2016 i 200 metri; più il tedoforo Gianpaolo Fattori, il quale per primo ha proposto questa iniziativa, raccolta poi da Carlo Stassano, presidente dell’Atletica Interflumina, che subito ha girato l’idea, per unire l’organizzazione, al comune di Casalmaggiore.

Venerdì 9 febbraio le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018 partiranno, e il braciere illuminerà la notte della Corea del Sud per il grande evento a cinque cerchi dedicato appunto agli sport più legati ai mesi freddi. E venerdì 9 febbraio, a migliaia di chilometri di distanza, anche Casalmaggiore organizzerà un evento nell’evento. Quasi all’ora di cena, infatti, partirà una sorta di staffetta molto suggestiva, alla quale saranno invitate tutte le società sportive di Casalmaggiore, che dal palazzo municipale raggiungerà il centro sportivo Baslenga, passando da Via Formis, Isola Bella, piazzale Duomo S. Stefano, Via V. Veneto, Via Guerrazzi, Strada Baslenga fino alla pista di atletica. La sfilata partirà dalle 18.15, il programma prevede poi un discorso di saluto del sindaco Filippo Bongiovanni, dedicato anche ai 121 atleti azzurri che parteciperanno ai Giochi coreani, e l’Inno d’Italia.

In serata, dalle 21 presso il Centro di Medicina dello Sport sempre in Baslenga, sarà Gianpaolo Fattori il protagonista, per raccontare la sua esperienza da tedoforo. Non dovrebbe mancare, ufficialmente invitato, nemmeno l’atleta paralimpico e mental coach Andrea Devicenzi. A proposito di Fattori, lo stesso tedoforo ha in questi giorni dato in custodia la sua personale fiaccola olimpica al negozio Sportime in fregio alla Castelnovese: qui la fiaccola resterà proprio fino al 9 febbraio e poi, dopo la manifestazione appena ricordata, ancora fino all’11.

Sabato 10, in particolare, la fiaccola avrà un fine benefico: chi vorrà, infatti, dalle 16.30 alle 19.30 circa, alla presenza dello stesso Fattori e in accordo con i proprietari di Sportime, potrà scattare una foto ricordo con la fiaccola versando una piccola offerta. Questa verrà poi devoluta all’associazione Il sorriso di Mietta, che aiuta la piccola Mia, bambina di Casalmaggiore affetta da una malattia rara. L’esperienza della foto verrà proposta venedì sera, dunque qualche ora prima, anche in Baslenga: sempre a fine benefico e in pieno spirito olimpico.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti