Commenta

Casalmaggiore, il consiglio
si raduna per sgravi Tari,
convenzioni e Diritto allo Studio

Questa sera consiglio comunale a Casalmaggiore: tra i temi più importante l'approvazione del contributo per gli esercenti colpiti dalla chiusura del ponte, il nuovo regolamento della polizia locale, la convenzione con Martignana e il piano Diritto allo Studio.

CASALMAGGIORE – Consiglio comunale questa sera, venerdì 16 febbraio, a Casalmaggiore alle ore 20: tra i vari punti all’ordine del giorno va senza dubbio sottolineata l’attesa approvazione dell’accordo di collaborazione tra Regione Lombardia e Comune di Casalmaggiore per la realizzazione di interventi sperimentali a favore delle imprese commerciali, artigiane e turistiche disagiate dalla chiusura del ponte sul Po. Si tratta cioè della misura, già annunciata a gennaio 2018, grazie alla quale vengono stanziati 150mila euro (100mila dalla Regione e 50mila dal comune) che serviranno a sgravare della Tari determinate imprese, aziende o attività che abbiano effettivamente subito un danno, dimostrabile col calo del fatturato, in questi mesi senza poter utilizzare il ponte stradale. Un passaggio sul quale si auspica un voto che sia favorevole e unanime da parte di tutto il consiglio, dato che la crisi subita da alcuni commercianti non ha colore politico.

Da segnalare pure il nuovo regolamento della polizia locale del comune casalese, che dopo l’approvazione del consiglio potrà mettere nella propria dotazione anche spray urticante da difesa e manette. Una decisione che adegua pure il corpo della polizia locale a una normativa regionale. Va verso l’approvazione inoltre la bozza di gestione associata del servizio Suap, Sportello Unico per le Attività Produttive, tra i comuni di Casalmaggiore, Martignana di Po e Terrae Fluminis, unione quest’ultima che comprende Gussola e Torricella del Pizzo.

Un punto massiccio, per lo meno per la mole di documenti presentata, è invece quello sul piano di Diritto allo Studio, approvato in giunta l’8 febbraio e che ora passa alla prova del consiglio: nella relazione dell’assessore Sara Valentini, che verrà proposta stasera ma già si trova all’albo pretorio, si ricordano gli interventi alla scuola di Vicomoscano, ampliata e inaugurata a settembre per una spesa di poco superiore al milione di euro, i lavori di manutenzione straordinaria a Cappella per oltre 81mila euro, oltre a 200mila euro per le utenze, 30mila per le manutenzioni ordinarie e 4500 per gli arredi. Il comune ha messo inoltre a disposizione 10mila euro a testa per gli istituti comprensivi Diotti e Marconi. Il contributo per la scuola paritaria San Giuseppe è stata invece di 19mila euro oltre a un contributo annuo per la manutenzione e le forniture.

Si parlerà di mensa scolastica, col servizio confermato alla Markas di Bolzano e le tariffe pasto fissate a 3.80 euro per la scuola dell’infanzia, 4 euro per la primaria, 4.40 per la secondaria, oltre alla possibilità di sconti in base all’Isee. Da ricordare, infine, il servizio prescuola, che impegna in totale 123 studenti per una quota di 110 euro l’anno, appaltato alla Cooperativa Umana Avventura di Cremona; il trasporto scolastico, con l’acquisto anche di un nuovo scuolabus inaugurato a ottobre, per 417 utenti al prezzo di 140 euro per la scuola dell’infanzia, 115 euro per la primaria e 180 per la secondaria; il piedibus con i volontari che accompagnano ogni giorno 45 ragazzi a scuola in sicurezza. Verranno rimarcate le varie forme di sussidi economici come dote scuola, sostegno allo studio con La Rete (10mila euro) e i 22mila euro per la fornitura gratuita dei libri di testo per gli studenti della Primaria residenti a Casalmaggiore, oltre ai vari servizi di assistenza, alcuni ad personam per alunni disabili.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti