2 Commenti

Casalmaggiore al Centro
appoggia Malvezzi. "Lui e
Bongiovanni in Regione il top"

"Conosco il percorso - ha detto Leoni - di entrambi, ho vissuto qualche tavolo regionale e con Bongiovanni ho condiviso esperienze in comune e in Provincia: so che farebbero molto bene, perché le loro battaglie sono sempre state piene di contenuti".

CASALMAGGIORE – Casalmaggiore al Centro appoggerà Carlo Malvezzi nella corsa alle elezioni regionali 2018, senza per questo contrastare la candidatura di Filippo Bongiovanni, sindaco di Casalmaggiore eletto nelle fila della Lega Nord e appoggiato nelle amministrative 2014 proprio dal gruppo di centro-destra. A parlare sono stati tre assessori della giunta Bongiovanni (Vanni Leoni, vicesindaco, Sara Valentini e Gianfranco Salvatore) oltre a due consiglieri di maggioranza, Giuseppe Cozzini (capogruppo di Casalmaggiore al Centro) e Giuseppe Scaglioni.

Dato che la questione è delicata, lasciamo al comunicato prodotto al gruppo politico la spiegazione della scelta di appoggiare Malvezzi, che si candida come Bongiovanni a sostegno di Attilio Fontana, ma nelle fila di Forza Italia. «Ci siamo impegnati in politica – si legge nel testo – per fare qualcosa di buono per la città, stanchi della gestione sciatta e superficiale della sinistra. Fin dall’inizio abbiamo trovato in Carlo Malvezzi, consigliere uscente e ora candidato al consiglio regionale di Regione Lombardia, un punto di riferimento ed un amico, che siamo fieri di continuare a sostenere, con forza e coerenza»: così i rappresentanti della lista “Casalmaggiore al centro” prendono posizione in merito alle prossime elezioni regionali del 4 marzo, ribadendo il proprio sostegno a favore della candidatura di Malvezzi”

«Seppur a livelli istituzionali diversi – proseguono assessori e consiglieri- siamo guidati dai medesimi ideali di libertà, sussidiarietà e difesa della famiglia, che ci hanno spinto ad ascoltare la gente e ad accompagnarla nella quotidiana ricerca di una soluzione dei problemi. Un percorso che abbiamo iniziato e che stiamo portando avanti con passione e convinzione a fianco di Filippo Bongiovanni, con il quale abbiamo rivoluzionato la gestione del Comune, ottenendo risultati che la sinistra ha potuto solo sognare e risolvendo le pericolose grane lasciateci in eredità».

Un giudizio sulle qualità di amministratore di Bongiovanni che si traduce in un giudizio positivo sulla sua candidatura alle Regionali: «La grande professionalità del nostro sindaco, se fosse eletto in consiglio regionale, andrebbe ad arricchire la squadra di Attilio Fontana, rappresentando un valore aggiunto utile a tutti i cittadini lombardi, nonché un orgoglio per Casalmaggiore. L’esito delle elezioni è incerto, ma noi continueremo in ogni caso ad impegnarci per migliorare la vita dei cittadini di Casalmaggiore, conquistandoci la loro fiducia con i fatti. Siamo consapevoli che l’elezione sia di Malvezzi che di Bongiovanni rappresenterebbe un di più per la nostra comunità, e un modo efficace di portare avanti quel progetto unitario del centrodestra che noi sosteniamo con forza, e nel solco del quale continueremo a lavorare per il bene dei nostri concittadini».

“La nostra è un’apertura verso un centro destra unito – ha detto Leoni – e il sogno è quello di vedere sia Malvezzi che Bongiovanni in consiglio regionale: sarebbe il massimo, anche per la rappresentatività del territorio. Tradotto in parole povere, se qualcuno mi chiedesse chi votare gli consiglierei Malvezzi, ma agli indecisi tra Malvezzi e Bongiovanni, risponderei di sentirsi liberi e tranquilli e scegliere senza timore di sbagliare”. Gianfranco Salvatore ha spiegato che “il centro-destra in questo momento è l’unica forza che sta esprimendo le personalità più intelligenti e meno bruciate”. “La squadra di Bongiovanni è ottima e la sua candidatura in Regione passa anche dal buon lavoro svolto a Casalmaggiore” ha evidenziato Cozzini. Scaglioni invece ha parlato di “rappresentanza strategica”, chiarendo: “Se Bongiovanni verrà eletto, dovrà dimettersi da sindaco, ma noi avremo la forza per portare avanti i nostri intenti, e il nostro non sarà il cosiddetto periodo bianco, non sarà cioè un anno e mezzo di vuoto e di tirare a campare”.

Salvatore ha aggiunto che “è giusto che la Lombardia venga governata da chi lo ha fatto sinora, rendendola regione leader in Italia e in Europa, una delle meglio governate. Quanto al comune, sin qui abbiamo chiuso rogne aperte da chi c’era prima, ora abbiamo capacità e potenziale per fare ancora di più”. Valentini e Leoni, riferendosi a Malvezzi, hanno parlato di un politico che conosce bene il territorio. “E non solo per la Paullese, che riguarda il territorio cremasco, ma anche per i temi di ambiente e agricoltura che toccano da vicino il Casalasco. Conosco il percorso – ha detto Leoni – di entrambi, ho vissuto qualche tavolo regionale e con Bongiovanni ho condiviso esperienze in comune e in Provincia: so che farebbero molto bene, perché le loro battaglie sono sempre state piene di contenuti”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti
  • CANACRAÈPA

    MA CERTAMENTE!!!!!AL TOP DEL TOP!!!!!!! PROSEGUENDO SULLA STRADA TRACCIATA DA FORMIGONI E SEGUITA DA MARONI!!!!! SIAMO IL SUD DELLA LOMBARDIA!!!! SORTE DOCET!!!!!

  • Casalascoarrabbiato

    Tira aria leggera nell’amministrazione di Casalmaggiore.
    Pur non condividendo la scelta del Sgnr. Sindaco (se verrà eletto in regione dovrà lasciare ad un gussolese il timone del comune), premettendo che io non voterò Bongiovanni ma voterò un altro casalasco… trovo ancora + scandalosa la scelta di appoggiare un cremonese (malvezzi) per ancora rimanere senza un rappresentante