Un commento

Lotta ai rifiuti, anche i migranti
al lavoro tra Bozzolo e Rivarolo:
sabato nuovo appuntamento

Partecipano Volontari dell’Orto sinergico di Cividale, che all’arrivo hanno organizzato anche un sobrio momento conviviale, ma anche e soprattutto una ventina di Migranti, ospiti temporanei della Cascina Mattarona.

BOZZOLO/RIVAROLO MANTOVANO – La tutela del territorio passa anche da azioni responsabili di contenimento degli abbandoni di rifiuti che si verificano sempre più spesso lungo le strade extraurbane. Una tendenza malsana, questa degli abbandoni di sacchetti dell’immondizia nei fossi che costeggiano le banchine stradali, che si rivela a lungo andare devastante: a primavera gli effetti della manutenzione delle banchine effettuata con macchinari trincianti (i cosidetti Taro), determinano la creazione di microrifiuti che finiscono nelle acque superficiali, ma anche nel foraggio col quale si alimenta il bestiame di allevamento; il risultato è quello di ritrovare microplastiche ed altri inquinanti negli alimenti che assumiamo (carni, latticini, ecc.) direttamente metabolizzati dagli animali.

Consapevoli della problematica, a primavera e prima che l’erba cresca, un numero crescente di Comuni lombardi ed Associazioni ambientaliste promuovono iniziative pubbliche di raccolta dei rifiuti abbandonati, aderendo alla “Giornata del Verde pulito”, che ogni anno viene fissata con specifica deliberazione da Regione Lombardia: quest’anno la giornata dedicata sarà mercoledì 25 aprile. La giornata, istituita con con legge regionale n.14 del 20 luglio 1991, riveste ormai un ruolo significativo e si manifesta sia in campagne di sensibilizzazione e informazione ai cittadini sulle questioni ambientali che nella realizzazione di azioni concrete di pulizia e sistemazione di aree a verde nei Comuni che aderiscono all’iniziativa.

Tra questi i Comuni di Rivarolo Mantovano e Bozzolo che quest’anno hanno adrito all’iniziativa “Giornata del Verde pulito 2018” promuovendo la pulizia delle banchine stradali che costeggiano le provinciali 61, 63 e 64, nelle tratte che collegano i tre centri abitati della neo-costituita Unione “Terra dei Gonzaga”. Dopo il rinvio di sabato 3 marzo, dovuto all’imprevista nevicata, la prima uscita è stata effettuata sabato 10: nella mattinata i Volontari aderenti, scortati dalla polizia municipale dei due Comuni, hanno percorso i 4 chilometri della strada provinciale n. 61, Sabbionetana, nel tratto che collega Bozzolo a Cividale raccogliendo decine di sacchi e bidoncini di rifiuti.

Vi hanno partecipato Volontari dell’Orto sinergico di Cividale, che all’arrivo hanno organizzato anche un sobrio momento conviviale, ma anche e soprattutto una ventina di Migranti, ospiti temporanei della Cascina Mattarona, gestita dalla Cooperativa Olinda, in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato. La partecipazione volontaria dei Migranti è disciplinata da una convenzione promossa dalla Prefettura di Mantova alla quale il Comune di Rivarolo Mantovano ha aderito. Il programma, tempo permettendo, prevede altre due “gite” da effettuarsi nelle mattinate di sabato 17 e 24 marzo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti
  • canacrepa

    GRAN BELLA INIZIATIVA!!!!