Cronaca
Commenta

'Bergamonti Day', 300 in moto, un successo la commemorazione del campione di Gussola

Una cerimonia sobria, partita con il rombante corteo, la deposizione della corona al monumento dedicato a Bergamonti, le parole commemorative e la benedizione del parroco don Ettore Conti

GUSSOLA – Un altro successo, come al solito, per il ‘Bergamonti Day’ che si è tenuto tra Gussola, San Giovanni in Croce e San Martino ieri. Poco meno di 300 gli iscritti in una giornata di sole, anche se di leggero vento.

L’anno prossimo ricorrerà l’ottantesimo della nascita di Angelo Bergamonti, il pilota nato a Gussola e morto in gara a Riccione, nell’aprile del 1971. L’organizzazione del Bergamonti Day lo ha ricordato, alla presenza della moglie Rosa e della figlia Laura, dei vertici dell’associazione guidati dal presidente Giuseppe Pietralunga, dal sindaco di Misinto Giorgio Dubini e dal vicesindaco di Gussola Mirko Fortunati.

Una cerimonia sobria, partita con il rombante corteo, la deposizione della corona al monumento dedicato a Bergamonti, le parole commemorative e la benedizione del parroco don Ettore Conti. Dopo la cerimonia il passaggio a San Giovanni in Croce per un aperitivo e la sfilata al Cremona Circuit di San Martino.

Tutto insomma è andato come doveva andare: una rimpatriata tra vecchi e nuovi amici accumunati per la passione per la due ruote.

redazione@oglioponews.it

Foto: Giovanni Gravina per Sportfoglio

 

© Riproduzione riservata
Commenti