Commenta

Bozzolo saluta le sue
suore: arrivederci a
una storia lunga 46 anni

Fu Papa Paolo VI, che conosceva Bozzolo, ad affidare 46 anni fa il compito della gestione della casa di riposo, costruita dopo la donazione di Gisella Romani e Luigi Pasotelli, alle Piccole suore della Sacra Famiglia di Castelletto di Brenzone.

BOZZOLO – Hanno salutato domenica mattina la comunità di Bozzolo le suore della Sacra Famiglia, che operavano presso la casa di riposo della Domus Pasotelli Romani e per 46 anni hanno impegnato il proprio tempo proprio nel comune segnato dalla predicazione di don Primo Mazzolari. Quella di questa domenica è stata l’ultima messa a Bozzolo per le sorelle, salutate dai cittadini di Bozzolo presenti a messa alla chiesa di San Pietro e dal sindaco Giuseppe Torchio con tanto di fascia tricolore come si conviene alle occasioni ufficiali. La messa è stata celebrata dal parroco don Luigi Pisani, assieme al vicario don Nicola Premoli e a don Emilio Bini.

Alcune di loro torneranno a Castelletto di Brenzone, alla Casa Madre, mentre la suora Superiora andrà ad occuparsi di una casa per anziani in provincia di Ferrara. Dal 2015 a Bozzolo opera la Fondazione Immacolata Concezione di Padova, che ha rilevato la Domus. Quattro sono le suore che hanno salutato la comunità di Bozzolo: fu addirittura Papa Paolo VI, che conosceva Bozzolo, ad affidare 46 anni fa il compito della gestione della casa di riposo, costruita per volontà e dopo la donazione di Gisella Romani e Luigi Pasotelli, alle Piccole suore della Sacra Famiglia di Castelletto di Brenzone.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti