Commenta

Il Sanfelice e una giornata
tra cultura e spettacolo
col turn over degli studenti

Alla fine della mattinata spazio ai maestri, con balli, brani musicali e spettacolo teatrale, sperando che un domani tra i big vi sia anche qualcuno di questi giovani. FOTOGALLERY

VIADANA – Dopo lo sport, tema dominante dello scorso anno, spazio all’arte. Anzi alle arti. Coinvolgendo varie associazioni, tutte del comprensorio Oglio Po, per consentire ai giovani studenti dell’Istituto Sanfelice di Viadana di testare e provare dal vivo le più svariate attività. Dalla musica, alla danza, alla pittura, alla letteratura intesa nella forma del fumetto, alla scoperta della cultura nei luoghi solitamente deputati a tramandarla, come biblioteche e museo, al teatro, alla libera espressione del corpo. E, chiaramente, della fantasia.

Con una formula testata lo scorso anno e, proprio perché di successo, ripetuta: quella di un turn over di gruppi che, ad ogni trillo della campanella, cambiassero attività e seguissero i dettami delle diverse associazioni. In questo modo tutti fanno tutto e nessuno resta escluso, potendo anzi provare ciascuna attività, chiarendo soprattutto a se stesso quale tra le proposte offerte sia la più consona alle proprie attitudini e desideri. E allora al Sanfelice si balla la break dance, oppure la danza un po’ più classica, così come si impara a dipingere, nella forma di un murales improvvisato in palestra; si studia la mimica e si mandano messaggi mediante la fisicità del proprio corpo, utilizzato a dovere come strumento per parlare al prossimo e al pubblico.

E ancora si scopre il Museo Parazzi, per esempio, una istituzione per Viadana, si osservano fumetti che sono vere e proprie opere d’arte e che, nel caso specifico, propongono con questa formula grandi classici della letteratura come Manzoni o Leopardi. Non fu forse un grande giornalista come Enzo Biagi, ad esempio, a promuovere la storia a fumetti per renderla più comprensibile e accattivante per le nuove generazioni? Si studiano pure i primi accordi, con pianoforte e violoncello, tanto per gradire.

Così, l’assemblea dal titolo “La bellezza di Arte, Musica e Spettacolo” ha colto nel segno rendendo i ragazzi parte attiva della mattinata, grazie al coinvolgimento dell’Associazione Apeiron, del polo artistico del Po (teatro e canto), dei Casalmattori, dei Fumetti, delle Artinscena, dell’associazione Vamos a bailar (Break dance, Hip Hop, Ballo caraibico), del Museo Viadana, del Laboratorio di pittura e dei maestri di pianoforte, violino e violoncello della scuola G. Moro di Viadana. Alla fine della mattinata spazio ai maestri, con balli, brani musicali e spettacolo teatrale, sperando che un domani tra i big vi sia qualcuno di questi giovani.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti