Commenta

Profughi, la Lega all'attacco:
"Comune e Prefettura ci
devono delle risposte"

Chi controlla gli arrivi e le eventuali partenze /trasferimenti? Si sa che è la Prefettura. Ma siccome sembra alcuni siano spariti da settimane, quando spariscono di chi è la responsabilità?

SABBIONETA -La Lega Nord di Sabbioneta cerca risposte. La questione in oggetto è quella dei profughi ospitati in territorio comunale. Questo il comunicato stampa.

“In data 27 Aprile 2018 sono arrivati in via Alcide De Gasperi a Sabbioneta due Profughi (madre e figlia appena nata ) in aggiunta agli altri 15 domiciliati sempre nella stessa casa.

Cerchiamo risposte che nessuno riesce a darci, quanti sono in totale, ad oggi nel comune di Sabbioneta?

Nessuno sa dare risposte certe. Si ricevono mail con l’elenco di quanti ne arrivano. Ad oggi siamo arrivati a contarne 17 . Nessuna relazione da parte dell’amministrazione comunale.

Nell’alloggio in questione ce ne dovrebbero essere autorizzati 12 e 15 su tutto il territorio comunale. Ma le mail dell’amministrazione comunale parlano chiaro: in via Alcide de Gasperi ce ne sono 17 ( 7 arrivati il 19 dicembre 2017, 8 arrivati il 28 gennaio 2018 e 2 arrivati il 27 aprile 2018).

Perchè questa sovrabbondanza?

Chi controlla gli arrivi e le eventuali partenze /trasferimenti? Si sa che è la Prefettura. Ma siccome sembra alcuni siano spariti da settimane, quando spariscono di chi è la responsabilità? Ci chiediamo se qualche componente della cooperativa vive con loro per controllarli, dato che in via De Gasperi ci sono domiciliati minori che vanno tutelati. E’ ora che questa amministrazione faccia chiarezza e comunichi alla cittadinanza la situazione attuale dell’accoglienza profughi nel nostro comune.

Persone che arrivano e di cui si perdono le tracce, liberi di muoversi in tutta Italia e in Europa, proprio perché la legge glielo permette: inaccettabile. I profughi si possono muovere , andare e venire come vogliono , indisturbati. L’Italia, è il paese del bengodi per loro, sanno benissimo che da noi posso fare quello che vogliono, perché la legge è con loro. I traghettatori di queste persone si arricchiscono smistandoli per tutta la penisola, nella quale molti di loro diventano fantasmi , privi d’identità , in uno Stato che ormai non riesce più a controllarli. Parte di loro diventano il braccio allungato della delinquenza locale.

Noi, Lega Nord di Sabbioneta non accettiamo passivamente che tutto questo accada, pretendiamo chiarezza per tutta la cittadinanza che ce la chiede. E una migliore gestione condivisa da più parti, proprio perché se non controllati alcuni di loro scappano, si perdono, spariscono, a discapito della nostra comunità”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti