Commenta

Salento e Pianura, due
patrimoni nazionali in mostra
al Torrazzo di Commessaggio

La mostra vuole mettere in rapporto la fotografia, espressione d’arte quale linguaggio universale, con il patrimonio naturale del Paese con l’intento di portare all’attenzione del grande pubblico anche le minacce che lo pongono a rischio.

COMMESSAGGIO – Un nuovo importante evento a Commessaggio. Si tratta di una mostra fotografica dal titolo: “Scatti di due paesaggi a confronto: il Salento e la Pianura mantovana. Espongono presso il Torrazzo Gonzaghesco tre grandi fotografi, ovvero Roberto Rocca di Taurisano (Lecce), Luca Ghidorzi di San Matteo delle Chiaviche e Roberto Martini di Revere di Borgo Mantovano. L’inaugurazione è fissata per sabato 5 maggio alle ore 17.

Nell’occasione sabato 12 maggio alle ore 17,30 è stato organizzato un convegno-incontro tra le associazioni che hanno aderito a questo progetto: interverranno Alessandro Sarasini sindaco di Commessaggio, Beniamino Morselli presidente della Provincia di Mantova, Francesco Meneghetti presidente del Gal Terre del Po, Stefano Alquati presidente del Gal Oglio Po, Alessandro Bignotti presidente del Parco Oglio Sud, Fabrizio Nosari presidente del Consorzio Oltrepò Mantovano, Mimma Vignoli per il Quadrifoglio, Emma Pini per il Distretto Bio , Nora Pini per Slow Food Oglio Po, Cesare Bologni per l’Ecomuseo, Giovanni Sartori per la Società storica viadanese e Attilio Caroli Caputo per Caroli Hotels. L’intenzione è di creare un’occasione di confronto tra i vari soggetti coinvolti sul tema descritto dalle opere in mostra e più specificatamente sull’ambiente e sulla natura dei territori.

L’obiettivo generale della mostra è duplice, da una parte rappresentare l’anima di una terna di autori uniti da una grande passione per la fotografia di paesaggio e dall’altra realizzare un percorso di emozioni che potranno essere trasmesse al Visitatore per collocarlo idealmente nei luoghi rappresentati all’interno di un viaggio introspettivo. Nell’attuale epoca in cui l’immagine è una delle tante modalità per comunicare, scambiare un’opinione, parlare con le persone (il cosiddetto filos) e condividere o scambiarsi le bellezze del proprio territorio, la mostra vuole essere un modo pratico per attrarre il Visitatore, appassionato o meno di fotografia, nei luoghi rappresentati che, in quest’ultimi anni, hanno puntato molto sul turismo di qualità e dell’ambiente. Per questo l’associazione Il Torrazzo ha inteso raccontare le pianure padana e salentina attraverso la fotografia di tre distinti Autori, provenienti dalle rispettive aree territoriali (Area dell’Oglio Po, del Destra Secchia e del Salento), per rilevarne le caratteristiche ed i contorni di due Regioni tra le più belle e popolose d’Italia.

Insomma, la mostra vuole mettere in rapporto la fotografia, espressione d’arte quale linguaggio universale, con il patrimonio naturale che il Paese può vantare con l’intento di portare all’attenzione del grande pubblico anche le minacce che lo pongono costantemente a rischio. Attraverso numerosi scatti o sequenze di immagini, i tre artisti operanti nella Pianura mantovana e nel Salento, sarà possibile cogliere sorrisi, sguardi e scene del paesaggio, immortalando i più bei panorami ed angoli suggestivi e caratteristici dell’estremo lembo di terra lombarda e pugliese.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti