Commenta

Dal football al rugby:
il sogno dell'hawaiano Psalm
Wooching si realizza a Viadana

"Avrei potuto avere il sogno americano che ogni bambino vuole - ha dichiarato Wooching a ESPN (importante emittente televisiva statunitense) - ma c'era qualcosa in me che mi stava dicendo che non era il mio futuro".

VIADANA – Psalm Wooching, nato a Kailua-Kona (Hawaii), il 16 gennaio del 1994, 194 cm, 110kg, arriverà in Italia per la prima volta nella sua vita per indossare la maglia giallonera del Rugby Viadana 1970. Il ventitreenne ha una storia particolare alle spalle, motivo per cui in America è diventato molto famoso. Wooching, nel 2017 capitano della squadra di football Washington Huskies, il 16 febbraio del 2017 decide di abbandonare la sua carriera americana, rinunciando in questo modo a contratti milionari, per inseguire il suo sogno…giocare a rugby.

“Avrei potuto avere il sogno americano che ogni bambino vuole – ha dichiarato Wooching a ESPN (importante emittente televisiva statunitense) – ma c’era qualcosa in me che mi stava dicendo che non era il mio futuro, ho provato a liberarmi da quel sentimento fastidioso, ma sapevo che era ora di passare a qualcos’altro”. Filippo Frati, headcoach del Rugby Viadana 1970 dichiara: “Psalm è un giocatore che ho conosciuto e seguito negli ultimi mesi, in primis ci tengo a ringraziare pubblicamente il presidente Davide Tizzi e il direttore sportivo Alberto Bronzini per aver reso possibile questa importante operazione di mercato. Psalm mi ha colpito, oltre ovviamente per le sue incredibili qualità fisico/atletiche, per la personalità e la determinazione”.

Psalm ha deciso di ascoltare il suo cuore e provare a diventare un giocatore di Rugby professionista, rinunciando al sogno di qualsiasi bambino americano, ovvero diventare un giocatore professionista in NFL. “Come club, Rugby Viadana 1970, siamo orgogliosi di essere stati i primi a dargli questa possibilità. Lui ha creduto in noi e noi in lui”. Psalm ha dichiarato: “Sono davvero felice di arrivare a Viadana e di essere allenato da Filippo Frati nella prossima stagione. E’ speciale poter iniziare la mia nuova carriera proprio qui: ho lavorato negli ultimi anni per questa opportunità e non vorrei iniziare da nessuna altra parte”.

L’hawaiano è un atleta con caratteristiche fisiche importanti, molto veloce: ha iniziato giocando ala, ruolo in cui si è fatto notare per velocità, capacità nel battere l’avversario e aggressività in fase difensiva, proprio questa sua propensione al placcaggio (era capitano della difesa dei Washington Huskies) ha convinto lo staff della nazionale a puntare su di lui proponendogli di cambiare il ruolo, da ala a terza linea, più precisamente n.6 blindside flanker. In questa posizione ha recentemente esordito in Nazionale, vincendo il torneo americano ARC e riuscendo anche a marcare la sua prima meta internazionale, il 3 marzo 2018, in Uruguay. Il nuovo giocatore giallonero arriverà a Viadana a giugno.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti