Commenta

Itis Torriani in visita a
fabbricadigitale: si completa
l'alternanza Scuola-Lavoro

I ragazzi del Torriani hanno potuto toccare con mano alcune soluzioni proposte da fabbricadigitale e sono stati aiutati a capire cosa fa e come operi un’azienda all’avanguardia e legata alle nuove tecnologie come quella di Casalmaggiore.

CASALMAGGIORE – Una mattinata speciale a fabbricadigitale a Casalmaggiore. In visita infatti presso l’azienda casalese è giunta la classe 5° C di Informatica dell’Itis Torriani di Cremona: una mattinata sul campo, per così dire, spesa a conclusione di un progetto nell’ambito dell’alternanza Scuola-Lavoro che ha visto i tecnici di fabbricadigitale alle cattedre dell’istituto scolastico con un progetto sperimentale sulla potenzialità dei Beacon.

Gli studenti sono arrivati alle ore 9 ed è stato mostrato e spiegato loro cosa sia l’Open Innovation Campus. Dopo di che i ragazzi del Torriani hanno potuto toccare con mano alcune soluzioni proposte da fabbricadigitale e sono stati aiutati a capire cosa fa e come operi un’azienda all’avanguardia e legata alle nuove tecnologie come quella di Casalmaggiore. Gli studenti sono stati divisi in gruppi, per facilitare una comprensione maggiore e una minore dispersione della concentrazione e dell’esposizione dei concetti. L’incontro è stato aperto da Andrea Mattioli e Romina Stringhini, dopo di che hanno preso la parola Elena Leoni, Francesco Gregori e Mauro Migliore.

Ai ragazzi è stata regalata così la possibilità di fare un’esperienza phygital, riprendendo tra le altre anche una delle ultime innovative app di successo di fabbricadigitale, legata alla scoperta turistica della città di Mantova. Phygital è un neologismo che unisce di fatto mondo fisico e analogico e mondo digitale. Proprio come la app con cartina volta alla scoperta della città di Virgilio che l’azienda casalese lanciò un paio di anni fa. I ragazzi hanno toccato con mano pure altre soluzioni come workhera meet, phygital city, connequ app mobile.

Francesco Salvatore invece ha mostrato ai giovani studenti il Fab Lab all’interno dell’Open Innovation Campus, spiegando le funzionalità della stampante 3D e mostrando ai partecipanti come operi e funzioni la stessa. I ragazzi sono stati accompagnati dal professor Salti, già docente a Casalmaggiore in passato e ideatore del progetto che ha coinvolto fabbricadigitale. Gli stessi si sono detti piacevolmente sorpresi e hanno partecipato attivamente portando entusiasmo, curiosità e stimolando voglia di imparare agli stessi tutor.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti