Commenta

Patto per la lettura, giovedì
la firma a Casalmaggiore che
si conferma Città che legge

Il Patto locale per la lettura costituisce uno strumento di gestione delle politiche di promozione del libro e della lettura adottato dal Comune di Casalmaggiore e condiviso con le istituzioni del territorio.

CASALMAGGIORE – Giovedì 7 giugno alle ore 9.30 presso la Sala consiliare della Residenza Municipale si procederà alla sottoscrizione del “Patto locale per la Lettura” alla presenza del sindaco Filippo Bongiovanni, dell’assessore alla Cultura Pamela Carena e della professoressa Cinzia Dall’Asta, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Diotti e dell’Istituto Comprensivo Marconi.

Il Comune di Casalmaggiore è da tempo impegnato a svolgere con sistematicità e continuità, sul proprio territorio, politiche pubbliche di promozione della lettura. Tale impegno, che ha da sempre visto la Biblioteca Civica in prima linea nell’organizzazione di eventi, incontri e progetti rivolti anche alle scuole del territorio, finalizzati alla promozione della lettura, quali ad esempio Adotta un classico ad alta voce, Adotta un autore, Casalmaggiore narra, è valso alla Città di Casalmaggiore per il 2017 e per il 2018 la qualifica prestigiosa di “Città che legge”.

Il Patto locale per la lettura costituisce uno strumento di gestione delle politiche di promozione del libro e della lettura adottato dal Comune di Casalmaggiore e condiviso con le istituzioni del territorio, con lo scopo di creare una nuova rete territoriale e di rafforzare relazioni e sinergie già sperimentate nell’ambito delle attività realizzate in collaborazione con gli Istituti scolastici del territorio.

Il Patto si fonda sulla profonda convinzione che la lettura, in tutte le sue forme, è un bene comune essenziale alla crescita culturale dell’individuo e della società, uno straordinario strumento di innovazione e sviluppo economico e sociale per la Città, un elemento necessario per la convivenza democratica. La sottoscrizione da parte del Dirigente dell’Istituto Comprensivo Diotti e dell’Istituto Comprensivo Marconi è solo la fase iniziale perché verranno invitati in futuro ad aderire tutti i soggetti potenzialmente interessati, che ne condividono principi, finalità e obbiettivi al fine di ampliare la rete territoriale e creare nuove sinergie.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti