Commenta

Ambientalisti, Cesare
Vacchelli scrive al ministro
Toninelli: "Le nostre richieste"

Le chiedo pertanto la disponibilità ad incontrarci per illustrarle le nostre proposte, tese ad avviare, nel nostro territorio, una rivoluzione della mobilità

Il presidente del Coordinamento dei Comitati e delle Associazioni Ambientaliste del Piadenese-Casalasco-Viadanese Cesare Vacchelli scrive al neoministro dei trasporti ed Infrastrutture Danilo Toninelli. Molte le richieste.

“Con la presente – scrive Vacchelli – intendiamo sottoporre alla sua attenzione alcune importanti questioni che riguardano il tema della mobilità nel nostro territorio.

In un quadro di emergenza climatica, di grave inquinamento atmosferico e viabilistica, determinata, quest’ultima, dalla chiusura del ponte sul Po di Casalmaggiore, è per noi di fondamentale importanza avviare con lei un confronto per trasformare queste criticità in un’occasione per realizzare un progetto per una nuova e moderna mobilità, attraverso: una ferrovia moderna ed efficiente, o con il raddoppio della linea Mn-Cr-Codogno (l’investimento di 310 mln di euro per il primo lotto, pari ad un terzo dei lavori, risulta già inserito nel Contratto di programma 2017-2021 di Rfi) o con la realizzazione del Ti-Bre ferroviario “soluzione Piadena”, che lo studio effettuato dalla società EIDOS, su commissione di Ti.Bre S.r.l., ha evidenziato come la soluzione in assoluto più vantaggiosa rispetto a quella attualmente in progetto, denominata “soluzione Suzzara”; la realizzazione dei previsti raccordi ferroviari, per togliere traffico pesante dalle nostre strade; una moderna rete ciclabile, capillare e interconnessa con le ciclabili Ven.To e la ciclovia n.16 Ti-Bre dolce di Bicitalia; la riqualificazione della ex SS 10 per migliorare il collegamento tra Cremona e Mantova; il completamento della tangenziale di Casalmaggiore, con la realizzazione del lotto nord di collegamento con la ex SS 343, per dare continuità e piena funzionalità ai lotti esistenti; l’urgente progettazione e realizzazione del nuovo ponte sul Po di Casalmaggiore, per evitare di creare ulteriori disagi e sofferenze ad un territorio già messo a dura prova dalla situazione attuale; la cancellazione dalla programmazione delle previste autostrade Cremona-Mantova e Tirreno-Brennero; un sistema di trasporto pubblico efficiente, integrato e interconnesso con la ferrovia.

Le chiedo pertanto la disponibilità ad incontrarci per illustrarle le nostre proposte, tese ad avviare, nel nostro territorio, una rivoluzione della mobilità, che ci avvicini ai paesi europei più virtuosi. Confidando in un positivo accoglimento della presente e con l’augurio di buon lavoro, a lei e al nuovo governo, le porgo i più cordiali saluti”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti