Commenta

Punto Nascite, alza la
voce il Movimento 5 Stelle:
"Chiusura indiscriminata"

"È comprensibile una razionalizzazione dei servizi nelle aree cittadine, ma la riorganizzazione deve portare a un miglioramento del servizi. Così è come costringere le neo mamme a viaggi della speranza" spiegano Degli Angeli e Fiasconaro.
Foto Mangoni

MILANO – Nella giornata di mercoledì l’Assessore regionale al Welfare Giulio Gallera ha spiegato alla Commissione regionale Sanità che è orientato a chiudere i punti nascita sotto i 500 parti compreso quello dell’ospedale Oglio Po. Marco Degli Angeli e Andrea Fiasconaro, consiglieri regionali del M5S Lombardia, dichiarano: “Sul punto nascite dell’Ospedale Oglio Po avevamo interrogato l’Assessore regionale al Welfare Gallera. In Consiglio aveva garantito un futuro per il presidio. Ora fa una retromarcia inspiegabile e il destino del servizio sembra essere segnato. I cittadini meritano davvero più chiarezza.
Ovviamente faremo tutto il possibile, a tutti i livelli istituzionali, per salvare il reparto. Più in generale sui punti nascita va fatta una attenta valutazione, la chiusura indiscriminata sotto i cinquecento parti è un errore che priverà le aree più svantaggiate, come molte zone di montagna o campagna, di un servizio dovuto. È comprensibile una razionalizzazione dei servizi nelle aree cittadine, ma la riorganizzazione deve portare a un miglioramento del servizi. Costringere le neo mamme a viaggi della speranza verso il presidio sanitario più vicino ci allontana dalla realizzazione del diritto alla salute dei cittadini”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti