Commenta

Punto Nascite verso
la chiusura, M5S Viadana:
"Sindaci siano presenti il 9 luglio"

"Come Movimento 5 Stelle porteremo avanti azioni ad ogni livello istituzionale, per scongiurare la chiusura di un servizio quanto mai essenziale per il nostro territorio, e parteciperemo a manifestazioni pacifiche di dissenso".

VIADANA – “Apprendiamo dagli organi di stampa che l’Assessore regionale alla Sanità Gallera, il quale lo scorso 22 maggio in risposta all’interrogazione dei consiglieri regionali 5 Stelle Degli Angeli e Fiasconaro aveva garantito un futuro per il Punto nascite Oglio-Po, ha deciso di rinnegare la parola data e ha confermato la progressiva chiusura di tutti i punti nascite regionali che non raggiungono la soglia dei 500 parti annui”.

Inizia così il comunicato del Movimento 5 Stelle Viadana. “Questa presa di posizione mostra mancanza di rispetto verso il nostro territorio Oglio Po-Casalasco che oltre ai disagi per la chiusura del ponte di Casalmaggiore e per la rete ferroviaria Parma- Brescia vergognosa, non merita anche di essere preso in giro da un assessore che prima rassicura e poi dice di chiudere il punto nascite. La Regione ha un ruolo fondamentale: può e deve chiedere la deroga come fatto dal governo Maroni, e in merito chiediamo a tutti i sindaci del territorio di farsi sentire e portare la voce del disappunto dei cittadini all’assessore Gallera”.

“L’occasione potrebbe essere il 9 luglio – proseguono i 5 Stelle – quando ci sarà presso il Pirellone un’audizione dei comitati in difesa del presidio ospedaliero in commissione Sanità. Chiediamo ai sindaci di accompagnare i comitati e i cittadini che parteciperanno all’audizione. Come Movimento 5 Stelle porteremo avanti azioni ad ogni livello istituzionale, per scongiurare la chiusura di un servizio quanto mai essenziale per il nostro territorio, e parteciperemo a manifestazioni pacifiche di dissenso contro questa indiscriminata decisione”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti