Commenta

Punto Nascite, i sindacati
manifesteranno davanti a Palazzo
Lombardia giovedì pomeriggio

"Da anni il sindacato cremonese - scrivono le sigle sindacali unite - ha segnalato alle Direzioni Generali che si sono susseguite e agli Amministratori Locali la necessità di contrastare il depotenziamento del Presidio ospedaliero Oglio Po".

MILANO – Giovedì 28 giugno alle ore 14.30, come noto, la giunta regionale si riunirà al Pirellone e, tra i vari temi trattati, vi sarà anche quello relativo alla chiusura del Punto Nascite dell’Oglio Po. I sindacati Cgil, Cisl e Uil per quella data organizzano un presidio davanti al Palazzo Lombardia a Milano.

“Da anni il sindacato cremonese – scrivono le sigle sindacali unite – ha segnalato alle Direzioni Generali che si sono susseguite e agli Amministratori Locali la necessità di interventi utili a contrastare il depotenziamento del Presidio ospedaliero Oglio Po con particolare preoccupazione per il Punto Nascite (prima segnalazione riporta la data del 2014). Durante il Consiglio Comunale di Casalmaggiore convocato con urgenza venerdì 22 giugno 2018, il sindacato, i cittadini e i professionisti presenti, hanno appreso la volontà di Regione Lombardia di deliberare la chiusura del Punto Nascite nella giunta Regionale prevista per il 28 giugno. Cosa contano le firme di migliaia di cittadini e cittadine raccolte a tutela del punto nascite? Cosa conta il giudizio espresso a maggioranza dal Consiglio Comunale di Casalmaggiore? Ora non hanno alcun significato perché la campagna elettorale per il rinnovo del Governo Regionale è terminata? La chiusura del punto nascite qualora confermata, per il sindacato rappresenterebbe un importante fallimento delle azioni della politica territoriale e della ASST Cremona con una inevitabile ricaduta sui cittadini del territorio Casalasco – Viadanese”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti